Il Gabicce Gradara cade tra le mura amiche. Corsaro il villa Musone

Promozione Marche
15.04.2018 23:08 di Anna Laura Giannini  articolo letto 39 volte
Il Gabicce Gradara cade tra le mura amiche. Corsaro il villa Musone

Scontro diretto di bassa classifica con cornice di pubblico al Magi tra Gabicce Gradara e Villa Musone del nuovo tecnico Davide Finocchi, con i rossoblu che non convincono, troppo tiepidi, e calano in zona play out, per una sfida non entusiasmante che si ravviva nella ripresa.

Primi 45 minuti monologo del Villa Musone che si fa vedere con l'inzuccata alta di Ortolani al 12' mentre la punizione di Muratori al 31' si spegne sopra il montante. Al 35' ci prova Menghini sul primo palo attento Palazzi, al 37' è la volta di Mascambruni che calcia out. Al 41' punizione di Pratelli leggermente sopra la traversa mentre al 42' il destro di Zagaglia è respinto da Costa. Secondo tempo, gialloblù che si mostrano da subito più volenterosi: al 9' sulla sinistra discesa di Tonuzi che serve centralmente l'accorrente Liguori lasciato libero di colpire sottoporta. Maceratesi non domi: al 9' Liguori ruba palla nella trequarti corridoio per Tonuzi che si insinua tra la retroguardia locale e con il piatto destro deposita sul secondo palo dove nulla può Palazzi. Sempre ospiti sugli scudi: al 14' cross per i gialloblu inzuccata di Ortolani, Palazzi con la falange si distende ed evita il tris. Al 29' mezza rovesciata di Sabattini che termina fra i guanti di Cingolani. Il Gabicce Gradara prova il tutto per tutto dentro Santucci, Marchetti e Simoncelli, per un team a trazione anteriore: al 31' Rossi cross per Marchetti che di testa manda la sfera a lato, al 36'  serpentina di Santucci cross al centro sfiora Marchetti, Simoncelli anticipato di un nulla al momento del tap in.

Nel finale si ravvivano i locali: al 44' un buon Grandicelli imbecca per Santucci, sfera deviata. Lo stesso Grandicelli inventa sul secondo palo per il colpo di testa di Santucci deviato in angolo. Al 44' il Gabicce Gradara conquista un angolo volè di Grandicelli che va a segno ma il direttore di gara ravvisa un fallo in area, veementi le proteste dei locali, ma il gol viene annullato. Ultimi minuti prima del triplice fischio, spazio per il gol della bandiera conclusione di Rossi corretta da Simoncelli sulla linea un difensore ospite poi Ortolani nel tentativo di spostare la sfera in scivolata trova prima l'interno del palo poi la rete. Al termine Gabicce Gradara che esce sconfitto dalla contesa, diverse le proteste nei confronti della terna arbitrale per alcune decisioni dubbie che comunque non vanno ad intaccare la prova davvero troppo incolore dei rossoblù.