Piedimulera, Tomola: «Per noi il campionato è chiuso, non ha senso riprendere»

Promozione Piemonte Valle D'Aosta
27.03.2020 00:30 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Piedimulera, Tomola: «Per noi il campionato è chiuso, non ha senso riprendere»

Aumentano le voci dei club, soprattutto in Piemonte e Valle d'Aosta, che vorrebbero la stagione 2019-2020 da annullare. Tra questi c'è quella di Beniamino Tomola, patron del Piedimulera che, ai colleghi di ossolanews.it, ha dichiarato: «Davanti a tutto quello che sta succedendo, l'intenzione della LND di voler concludere i campionati non ha alcun senso. Hanno fermato campionati professionistici e gran premi, ci sono calciatori di Serie A positivi, come pensano sia possibile ripartire a maggio? Le responsabilità sono esclusivamente a carico dei presidenti e non abbiamo intenzione di accollarcele. Hanno detto che bastava dotarsi di medici sociali che misurassero la febbre ai giocatori, ma in questo periodo i dottori sono pochi persino per curare le persone che purtroppo stanno morendo. La stagione non ha più senso: in Ossola ci sono stati morti conosciuti anche nello stesso ambiente calcistico. Con quale spirito si può andare avanti? Noi abbiamo messo la faccia e deciso di non giocare, al contrario di alcune società del torinese che preferirebbero non rinunciare agli introiti dei tornei giovanili, che si svolgono tra aprile e maggio e sono una delle principali fonti di sostentamento delle squadre dilettanti. Il calcio deve passare in secondo piano, anche se sarà dura ripartire a livello economico senza incentivi, perché in queste condizioni è impossibile chiedere sponsor, ci sono altre priorità. Molti di noi presidenti hanno aziende che stanno chiudendo, in questo periodo, e sarà molto difficile trovare in fondi per portare avanti il calcio dilettantistico, in ottica futura».