Siracusa, con l'anno nuovo si punta al salto di categoria

Gli azzurri cambiano volto all'organico con l'entrata del calcio mercato, e puntano diritto al salto di categoria.
17.12.2019 17:00 di Pippo Franzò   Vedi letture
Siracusa, con l'anno nuovo si punta al salto di categoria

Il Siracusa in questa prima parte di campionato non ha avuto un cammino costante per potersi insidiare al comando della classifica poiché alla fine squadre come il Megara Augusta ed il Pozzallo calcio si sono dimostrate di avere i requisiti per puntare alla leadership. Il Siracusa sotto la regia tecnica di Scifo, del D.G. Simona Marletta, e del presidente Gaetano Cutrufo si è calato da subito in un campionato non proprio conosciuto ma con l'impegno e l'intento di ben figurare. Alla quattordicesima giornata gli azzurri sono andati ad espugnare il campo della Leonfortese con un convincente 5 a 1. Il risultato cosi rotondo lo si deve per lo più al nuovo parco giocatori che è stato cambiato per almeno cinque undicesimi con calciatori di valore, e di categoria.

E' partito il bomber Frittitta con destinazione Real Siracusa, mentre sono arrivati alcuni elementi giovani e meno giovani di provata esperienza in serie superiore.

Dalla squadra siracusana che gioca in Eccellenza ed e' guidata dal tecnico Angelo Galfano è arrivato il centrocampista Brian Quarto, classe 1992. Ha vinto due campionati ( uno in Eccellenza ed uno in promozione, compresa una Coppa Italia di Eccellenza.

Il giovane Antonino Sigona, difensore classe 2003, cresciuto nel Siracusa giovanile ma proveniente dal Palazzolo. Il giovane azzurrino è stato convocato dal tecnico federale provinciale under 15, Stefano Campisi. Per quando riguarda le convocazioni rappresentative regionale Juniores da segnalare anche gli azzurrini Leonardo Musso e Nicolo' Cavallaro.

Oltre ai due giocatori si aggiunge l'esperto giocatore Simone Miraglia, classe 1994, esterno offensivo, dal Real Siracusa. Negli ultimi tre anni ha segnato oltre 50 reti tra promozione ed Eccellenza. Sempre dal Palazzolo arriva in prestito l'attaccante Sebastiano Pandolfo appena diciannovenne.

Con la cessione di Stefano Frittitta non poteva mancare un bomber che potesse sostituire degnamente l'aretuseo. Si è preso il goleador Alfonso Sollano, ex Cimiti San Paolo con ben 18 reti all'attivo. Sempre per il reparto difensivo, che ha fatto storcere il muso al tecnico Scifo nelle gare finora disputate, è stato acquistato dal Real Siracusa il difensore Daniel Bianchini classe 2001.

Con questo organico la società azzurra non ha lasciato nulla di intentato, dando cosi un forte segnale ai giocatori nuovi e vecchi, ma sopratutto ai tifosi che la promozione in Eccellenza resta sempre il primo obiettivo della societa'.

Da oggi per la squadra azzurra è vietato sbagliare perché' i otto punti che la separano dal primo posto, occupato dal Pozzallo calcio, devono essere recuperate con un filotto di gare positive con ottime prestazione collettive.

Al momento ancora non è dato sapere se la gara di domenica si potrà giocare con i tifosi sugli spalti oppure permane sempre il divieto per i supporter in quanto ancora il campo non è idoneo.