Soriano, l'under da 22 gol

Promozione Calabria
16.05.2018 08:00 di Massimo Poerio  articolo letto 946 volte
Fonte: quotidiano del sud
Soriano, l'under da 22 gol

È l’attaccante under più prolifico in circolazione, almeno per ciò che riguarda il campionato di Promozione. Nessuno, in due stagioni, ha saputo fare meglio di Roberto Soriano, centravanti della Rombiolese, nell’annata precedente in forza all’Ags Soriano, capace di siglare 37 reti in 52 gare disputate.

Due tornei di fila in Promozione, entrambi conclusi in doppia cifra. Alle 15 reti siglate la passata stagione con l’Ags Soriano, dove ha dato il proprio contributo per il salto di categoria, ecco i 22 gol siglati con la Rombiolese, dove ha potuto esprimersi al meglio, confermando il proprio talento. E quest’anno, come promesso, si è impegnato al massimo anche per vincere la classifica dei marcatori: missione compiuta. Con il giovane attaccante vibonese partiamoproprio da qua, ossia dalla vittoria nella graduatoria dei bomber nel girone B, con la Rombiolese.

«In effetti ci tenevo tanto a vincerla. Ci ero andato vicino nella passata stagione. Quest’anno mi sono impegnato tanto e, anche grazie all’aiuto del mister e della squadra, sono riuscito a farcela e devo dire che la cosa mi fa molto piacere». La formazione vibonese di Rolando Megna ha chiuso la stagione ad un onorevole 7° posto, sognando per un po’ di tempo anche la partecipazione ai play off. «Ci abbiamo provato, perché volevamo il quinto posto. Qualche gara sfortunata ce l’ha impedito e c’è un po’ di delusione, perché a mio parere, per quanto fatto vedere sul campo, meritavamo i play off, ma allo stesso tempo devo dire che, da matricola, la Rombiolese ha fatto un ottimo campionato».

Si pensava di vedere Roberto Soriano in Eccellenza con la maglia dell’Ags Soriano. Invece eccolo di nuovo in Promozione, ma con la prospettiva di salire di categoria. «A Rombiolo mi sono trovato benissimo. Ringrazio veramente tutti per l’accoglienza e la disponibilità. In particolare rivolgo un caloroso ringraziamento a Francesco Callisti, il vice presidente: è per merito suo se ho accettato di giocare a Rombiolo. Il futuro? Vedremo più avanti. Sinceramente non nascondo che mi piacerebbe confrontarmi in categorie superiori». La dedica per la vittoria del campionato va «alla mia famiglia ed a mio papà in particolare, che non c’è più. Ci teneva tanto a vedermi giocare ed ogni mio gol l’ho sempre dedicato a lui». Per il resto «continuerò a giocare ed a divertirmi, come ho fatto in questa stagione, dove sono stato messo nelle condizioni di potermi esprimere al meglio».