Picchia l'arbitro: calciatore colpito da Daspo per 5 anni

Seconda Categoria Sardegna
09.02.2019 07:30 di Massimo Poerio  articolo letto 258 volte
Fonte: la nuova sardegna
immagini di repertorio
immagini di repertorio

Aveva aggredito l'arbitro che poco prima aveva espulso un suo compagno di squadra. Adesso per Cristian Pani, calciatore 37ennne di Assemini (Cagliari) che gioca nella Polisportiva Senorbì in Seconda categoria è scattato un Daspo, il provvedimento di allontanamento dagli stadi, della durata di cinque anni.

I fatti che lo vedono protagonista sono avvenuti il 13 gennaio scorso in occasione dell'incontro di calcio tra l'Ussana e la Polisportiva Senorbì, valevole per il campionato provinciale di Seconda Categoria, girone B. «Nella fase finale dell'incontro, precisamente al minuto 34 del secondo tempo - spiegano dalla Questura di Cagliari - a seguito della doppia ammonizione e conseguente espulsione di un suo compagno di squadra, colpiva violentemente allo zigomo il direttore di gara che aveva appena estratto il cartellino rosso ». L'arbitro aveva sospeso immediatamente il match, mentre i compagni di squadra del 37enne tentavano di calmarlo.

L'episodio è stato segnalato alle forze dell'ordine e al termine degli accertamenti svolti dai poliziotti della Digos e della Divisione polizia anticrimine, per il calciatore dilettante è scattato il Daspo di cinque anni. Nel frattempo era scattata anche la giustizia sportiva, che attraverso il giudice dei dilettanti aveva punito Pani squalificandolo fino al 30 giugno del 2021 e infliggendo al Senorbì la sconfitta a tavolino per 3-0.