Pergolettese, Candela: «Rigore? Una grande simulazione...»

28.09.2020 13:30 di Ermanno Marino   Vedi letture
Pergolettese, Candela: «Rigore? Una grande simulazione...»

Si legge sul volto di mister Matteo Contini la delusione per il pareggio conquistato dalla Pergolettese dopo essere stato in vantaggio per tre reti a zero.

“Nel primo tempo siamo stati molto bravi a essere compatti, concentrati: abbiamo giocato un ottimo primo tempo, padroni del campo. Poi nella ripresa abbiamo subìto la reazione della Lucchese, che avevamo messo in preventivo arrivasse, soprattutto nei primi dieci minuti dove mi ero raccomandato di prestare la massima attenzione. In queste situazioni basta un episodio per riaprire una partita, ed è quello che è successo: prima col gol di Bianchi e soprattutto col rigore molto dubbio (Candela giura di non aver toccato l’avversario), che ha messo ancora più coraggio alla squadra toscana. Non credo che sia stato un calo fisico, poiché’ i gol sono arrivati nei primi quindici minuti della ripresa, ma forse un calo di attenzione: loro sono stati bravi a crederci. Noi abbiamo sbagliato il gol del possibile 4 a 2, che avrebbe chiuso la partita, poi hanno trovato il terzo gol del pareggio che hanno difeso coi denti fino al termine. Torniamo a casa con un po’ di rammarico, ma consapevoli di aver disputato un gran primo tempo: dobbiamo ripartire da lì per limare gli errori commessi e pensare già alla gara di domenica prossima contro l’Albinoleffe”.

Chiamato in causa per l’episodio incriminato del calcio di rigore, da lui commesso, Antonio Candela si difende recriminando per la decisone presa dall’arbitro: “Il rigore è stata una grande simulazione: io non l’ho minimamente toccato. L’arbitro, purtroppo, c’è cascato e ha fischiato il calcio di rigore: purtroppo sono episodi che capitano. Il nostro errore è stato non aver iniziato il secondo tempo: abbiamo giocato, forse, un po’ troppo rilassati, un po’ impauriti e ci siamo abbassati, lasciando troppo campo alla Lucchese. Ci prendiamo il punto in trasferta alla prima giornata: rivedremo gli errori fatti e ripartiremo da domenica prossima”.