BigMac Maccarone: «Io e la Carrarese vinciamo insieme»

26.03.2020 08:30 di Ermanno Marino   Vedi letture
Fonte: corriere dello sport
BigMac Maccarone: «Io e la Carrarese vinciamo insieme»

Quando si tornerà a giocare, la Carrarese cercherà di proseguire la sua corsa al secondo posto del girone A. E per riprendere col passo giusto saranno decisivi i gol di Massimo Maccarone, goleador di razza, capace in passato di conquistare la maglia della Nazionale quando giocava in B (nell'Empoli) e poi di trovare spazio e soddisfazioni in Premier League con il Middlesbrough.

Ma c'è anche tanta Serie A con le maglie di Parma, Siena, Palermo, Sampdoria e Empoli. Campionati importanti chiusi con tanti gol: 13 il record stagionale timbrato due volte, nel 2007/08 col Siena e 2015/16 con l'Empoli.

Trai professionisti sono 234 le reti. Cifra boom per uno dei calciatori top della categoria. Come tutti anche BigMac aspetta la chiamata e nel frattempo si allena tra le mura domestiche. E allora si può sfogliare l'album dei ricordi - comunque freschi - per rivivere le tappe d'avvicinamento alla Carrarese dove è arrivato nell'estate del 2018 dall'Australia, dove aveva giocato con il Brisbane Roar. «E dove il clima partita non è certo quello del calcio di casa nostra - sottolinea Maccarone - perché alla fine se vinci o se perdi è praticamente la stessa cosa. Da un certo punto di vista è bello ma alla fine manca quella spinta decisiva per giocare per i tre punti».E infatti, dopo un solo campionato, il richiamo dell'Italia è stato troppo forte con destinazione Toscana, che lo ha visto protagonista con con Prato, Empoli, Siena e oggi Carrarese.

Vestiva l'azzurro empolese quando fu promosso dall'Under 21 alla Nazionale A. Era il mese di marzo del 2002 quando... «Stavo giocando con l'Under in Inghilterra e alla fine del primo tempo fui sostituito. Al ct Gentile chiesi perché dovevo uscire e lui mi disse che il giorno dopo avrei giocato con la maggiore. Fu una gioia incredibile anche perché non avevo ancora messo piede in Serie A (dopo di lui ci sono riusciti Verratti e Zaniolo, ndc) e soltanto due anni prima giocavo in C». E a Leeds, ventiquattrore dopo, BigMacesordì con i grandi nel 2-1 rifilato dall'Italia allora allenata da Trapattoni. Emozioni forti, come quelle vissute quando mezza Serie A (Juve e Roma in testa) lo voleva ma l'Empoli si accordò con il Middlesbrough. «Per anni sono stato l'acquisto record del Boro. La Premier resta il calcio più bello dove ho giocato e l'esperienza inglese è stata importante».

E dopo l'Inghilterra tanti trasferimenti con ultima tappa alla Carrarese del maestro Silvio Baldini. Con gli apuani la prima parte di campionato non ha giocato con continuità ma quando è stato chiamato in causa ha sempre risposto presente.