Casertana, Fontana: "Rende sorpresa, Trapani e Juve Stabia a fari spenti..."

12.11.2018 20:15 di Ermanno Marino  articolo letto 93 volte
Fonte: tuttomercatoweb.com
Casertana, Fontana: "Rende sorpresa, Trapani e Juve Stabia a fari spenti..."

Gaetano Fontana, tecnico della Casertana, presente a Coverciano in occasione del premio Panchina d'Oro, è intervenuto in esclusiva a Tuttomercatoweb.com: "Siamo quasi sempre andati a segno, a volte siamo andati in svantaggio, poi ribaltando le sorti della gara. Contro il Trapani abbiamo avuto diverse occasioni senza riuscire a realizzare. Questo però in una gara può accadere. Mi interessava di più avere una risposta soprattutto nella seconda metà del match, è c'è stata".

Le individualità non mancano, ci sono tanti giocatori fuori categoria. Si sono ambientati nella realtà della Serie C? "Non si tratta di adattamento, il calcio è universale. Sono dei giocatori che sono arrivati con una condizione fisica carente che andavano rimessi a posto. Purtroppo non potevamo perché abbiamo dovuto giocare ogni tre giorni. Diventava anche impossibile programmare un piano di allenamento personalizzato. Abbiamo sfruttato come mezzo allenante la partita, nella speranza che anche il risultato fosse dalla nostra. Per certi versi così non è stato, alimentando certe problematiche. La società è consapevole come me di questa situazione. Determinate cose sono capitate e continuano a capitare, lavoriamo in piena emergenza sempre. Noi continuiamo a lavorare ugualmente, ma a volte va sottolineato, perché qualcuno fa finta di non vedere qual è la realtà". 

Le ambizioni della piazza a volte non tengono conto delle esigenze del campo. "Bisogna ragionare con obiettività, cosa che in questo ambiente spesso non succede. Ho sentito poco fa alcuni colleghi di categorie ben superiori analizzare questo aspetto. Succede anche in Champion's League. Bisogna rappresentare quello che realmente avviene rispetto a quello che viene raccontato".

Rende al primo posto, è una sorpresa così come Trapani e Juve Stabia? "Il Rende è sicuramente una sorpresa. Trapani e Juve Stabia sono partiti a fari spenti a causa di alcuni problemi societari. Sono due compagini importanti, le abbiamo affrontate in maniera dignitosa. Aggiungerei anche il Potenza e la Viterbese, che hanno organici molto forti. Il Potenza sta risalendo la china, la Viterbese ha iniziato ieri il campionato. Noi siamo lì, insieme al Catanzaro, al Catania. Siamo tutti lì nel giro di pochi punti. E' sicuramente un torneo più accattivante rispetto agli scorsi, ci sono tante squadre che lottano per obiettivi importanti". Quale squadra l'ha sorpresa di più? "Il Piacenza sta facendo qualcosa di incredibile contro ogni pronostico nel Girone A, le favorite sono altre. Il Pordenone è invece una certezza nel B, con un allenatore come Tesser che è un lusso per la categoria. Siamo ancora all'inizio, può succedere di tutto. Alcune squadre in difficoltà possono tirare fuori il loro vero valore, la marcia è ancora lunga".