Catania, Lo Monaco: "Serie C per noi è un danno"

06.03.2019 17:00 di Massimo Poerio   Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Catania, Lo Monaco: "Serie C per noi è un danno"

Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, in una lunga intervista a Masport ha analizzato il rapporto col patron Nino Pulvirenti: "Se le cose non vanno bene i primi a soffrirne siamo noi, perché la serie C per il nostro club è un danno. E’ chiaro che se non vinco il campionato, sono io il primo a dover rimproverare il mio operato, ma finché non si arriva alla conclusione della stagione ogni tipo di valutazione è quantomeno prematura. Indipendentemente dal risultato di quest’anno il Catania va avanti. Ho già sbagliato una volta ad andarmene, non commetterò lo stesso errore. In due anni e mezzo abbiamo svolto un lavoro immane, riconquistando credibilità a livello nazionale e rilanciando il nostro settore giovanile. La proprietà ha intenzione di supportare questo progetto, che rimane orientato in un’unica direzione: riportare il Catania in serie A”. E sui rapporti, non proprio idilliaci, con i tifosi: "Non è mai bello vedere uno stadio come il nostro con degli spalti vuoti, ma non lo è stato nemmeno, qualche settimana fa, assistere ai fischi della propria gente, nel momento in cui un nostro giocatore sta per calciare un rigore decisivo. Chi ama una squadra non può augurargli il male. Il Catania si ama sempre, nel bene e nel male, ed è doveroso fare serenamente delle riflessioni. Il Catania dispone di una delle migliori tifoserie d’Italia, le Curve sono una componente importante della tifoseria, ma la nostra tifoseria è tutta la Città, ed è composta anche da quelli che non vengono al campo, e che sentono la squadra nel vissuto quotidiano, come una grande famiglia. I tifosi devono fare i tifosi, applaudendo o criticando, ma sempre nel rispetto dei ruoli. La nostra storia testimonia che ogni successo è stato figlio della sofferenza e della compattezza da parte di tutti. Ci siamo dimenticati di come abbiamo vinto il campionato di serie B? Ci siamo dimenticati di come abbiamo centrato otto salvezze in serie A? Non confermo che contro la Juve Stabia ci sarà la giornata rossazzurra”.