Fermana, mister Antonioli: «Il Gubbio? Siamo noi che dobbiamo avere l’atteggiamento giusto»

21.10.2020 01:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fermana, mister Antonioli: «Il Gubbio? Siamo noi che dobbiamo avere l’atteggiamento giusto»

E’ una vigilia di ritiro e soprattutto di massima concentrazione per la Fermana che attende la sfida con il Gubbio di domani sera con l’attesa di una sfida importantissima in questa prima parte di stagione che finora ha portato in dote un solo punto in classifica. C’è attesa massima per le 20,45 di domani quando al Recchioni torneranno anche i tifosi, seppur nei limiti previsti dall’ordinanza Covid.

Mister, gara attesissima per la quale è stato deciso anche il ritiro.
“E’ un’idea dello staff e della società per stare insieme in questo momento delicato e non positivo in termini di risultati. E’ importante compattarci e avere una reazione: è fondamentale dare tutto quanto in campo nei novanta ed oltre minuti di gioco”.


Avversario anche in questo caso un Gubbio ferito che cerca riscatto: un’insidia in più?
“Come tutti gli avversari e come ogni domenica non ci sono gare facili o impossibili. Serve attenzione altissima ma ci mancherebbe altro: veniamo da una gara negativa come quella di Perugia e quindi c’è bisogno di invertire la rotta. Serve voglia e cattiveria agonistica per cercare di imporre il nostro gioco e fare punti. Sono gare fondamentali non tanto per la classifica ma per il morale e soprattutto per dare una risposta a noi stessi in questa fase”.


E’ il secondo match di mercoledì in un avvio di stagione intenso: non facile anche centellinare le forze. 
“A livello fisico arriviamo dopo uno stop lunghissimo stop di diversi mesi e riprendere con tutti questi infrasettimanali non è sicuramente semplice. Ci saranno cambiamenti ovviamente ma non vanno intesi come bocciature dopo Perugia: l’idea è quella di avere forze fresche altrimenti non ha senso avere tanti giocatori in rosa pronti a dare il loro contributo. Recuperiamo Mordini fuori per problemi fisici nelle ultime: l’idea era di utilizzarlo in corso d’opera a Perugia ma poi abbiamo deciso di recuperarlo pienamente. Tutti saranno utili, con una rosa di 29 ragazzi è importante che tutti siano pronti a scendere in campo anche solo per una porzione di gara”.

Che squadra è il Gubbio?
“Le caratteristiche sono quelle di una squadra che gioca a calcio: ha alternato buone prestazioni come col Sudtirol e la Samb ad altre meno positive. Hanno solo due punti e forse qualche problema magari c’è ma non mi interessa molto quello. Siamo noi che dobbiamo avere l’atteggiamento giusto, non come quello di domenica perchè non ce lo possiamo permettere. Il resto va tutto in secondo piano”.