La Pro Vercelli espugna il "Voltini" e vola in testa al girone A di serie C

25.11.2020 17:13 di Matteo Mosconi   Vedi letture
La Pro Vercelli espugna il "Voltini" e vola in testa al girone A di serie C

Una vittoria importantissima quella della Pro Vercelli, che batte due a uno la Pergolettese al “Voltini” e si issa in testa alla graduatoria del girone A di Serie C a quota ventisei punti; per i padroni di casa, arriva la seconda sconfitta consecutiva, la seconda, per altro, della gestione De Paola.

La partita è fin da subito molto movimentata, gli ospiti premono fin da subito e alla prima occasione trovano il vantaggio: è il 15’, Rolando batte velocemente un calcio d’angolo, la difesa lombarda respinge la sfera, che finisce sui piedi di Zerbin che controlla col destro e trafigge un incolpevole Ghidotti, firmando subito il vantaggio dei piemontesi. La partita si accende, e tre minuti più tardi i padroni di casa sfiorano il pareggio con un bellissimo cross di Villa, che non trova alcuna deviazione né da parte di Bortoluz né da parte di Bariti.

Al 27’ grave errore della difesa della Pergolettese, Lucenti appoggia a Ghidotti, che però, preso in controtempo, è costretto ad intercettare con la mano in piena area: punizione a due per gli ospiti, Emmanuello calcia ma trova la deviazione della lunghissima barriera lombarda. Dieci minuti più tardi i gialloblù pervengono al pareggio: Blaze entra sul pallone, ma successivamente affossa Bariti, obbligando l’arbitro Collu a decretare il penalty. Dal dischetto Bortoluz indirizza perfettamente la sfera, battendo Saro e pareggiando la gara.

A pochi minuti dal termine del primo tempo, gli ospiti reclamano un calcio di rigore per una netta trattenuta ai danni di Padovan, che nella circostanza riesce anche a calciare, trovando il palo. Per l’arbitro, però, non ci sono gli estremi per l’assegnazione della massima punizione.

La prima frazione si chiude quindi col punteggio di parità e con vibranti proteste, soprattutto da parte piemontese.

Nella ripresa, dopo appena tre minuti di gioco, Bortoluz abbatte De Marino, guadagnandosi anticipatamente la via degli spogliatoi: secondo giallo e rosso per l’attaccante di casa. Da questo momento la sfida viene totalmente controllata dalla Pro Vercelli, ma ad avere l’occasione più ghiotta è la Pergo: Varas pennella un cross perfetto per la testa del neoentrato Longo, ma Saro vola e toglie la sfera dall’incrocio dei pali; la reazione vercellese non si fa attendere, e dopo due occasionissime capitate a Zerbin (strepitoso Ghidotti in una delle due circostanze), arriva il tanto atteso gol del vantaggio: 83’, Zerbin da calcio d’angolo trova l’impatto aereo di Comi, che infila sul secondo palo il pallone della vittoria. Dopo cinque minuti di recupero, il direttore fischia la fine: la Pro Vercelli batte la Pergolettese, ed è la nuova capolista del girone A.

Il tabellino della gara:

Pergolettese (4-3-3): Ghidotti; Candela, Lucenti, Bakayoko, Villa (86’ Ciccone); Varas, Panatti, Figoli (46’ Palermo); Bariti (60’ Longo), Bortoluz, Morello (71’ Piccardo). A disposizione Soncin, Ceccarelli, Andreoli, Ciccone, Tosi, Faini, Palermo, Piccardo, Ferrara, Lamberti, Longo. Allenatore il signor Luciano De Paola.

Pro Vercelli (3-4-3): Saro; Hristov, Masi, De Marino; Clemente, Emmanuello, Erradi (65’ Della Morte), Blaze (65’ Comi); Rolando (87’ Graziano), Padovan (87’ Iezzi), Zerbin (89’ Romairone). A disposizione Tintori, Rodio, Nielsen, Auriletto, Graziano, Romairone, Comi, Della Morte, Borello, Iezzi, Carosso, Petris. Allenatore il signor Francesco Modesto.

Arbitro: Giuseppe Collu di Cagliari.

Assistenti: Fabrizio Aniello Ricciardi di Ancona, Antonio Marco Vitale di Ancona.

IV uomo: Sajmir Kumara di Verona.

Ammoniti: Panatti (PER), Ghidotti (PER); Blaze (PRV), Emmanuello (PRV), Rolando (PRV), Iezzi (PRV).

Espulsi: Bortoluz (PER).

Angoli: 6 a 1 per la Pro Vercelli.

Recupero: 2’, 5’