Modena, il dg Cesati: «Gara col Perugia mi auguro faccia storia a sé»

05.03.2021 19:45 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Modena, il dg Cesati: «Gara col Perugia mi auguro faccia storia a sé»

Archiviata la pesante sconfitta col Perugia, il Modena vince con l'Imolese e riprende la marcia verso le prime posizioni: "Vittoria che ci voleva? Sì, ho visto una squadra motivata, era importante dal punto di vista psicologico e in modo brillante siamo riusciti a vincere. Soffrendo per un momento, a causa di un mezzo regalo sull’1-1, ma poi l’abbiamo condotta noi. Sono contento", è il pensiero espresso da Roberto Cesati, direttore generale del Modena, a Il Resto Del Carlino. "Perugia è una parentesi dimenticata? Mi auguro faccia storia a sé. Ha interrotto una serie di 3 vittorie consecutive ed è stata pesante perchè di fronte avevamo una delle più forti. I valori sono delineati ormai, ci sono 4 squadre davanti a tutte e le primissime hanno un piccolo vantaggio ora. Auspico di essere lì in alto fino alla fine".

Nel posticipo il Padova vince all'ultima curva contro la Virtus Verona e le distanze tra i club rimangono immutate: "Lascia l’amaro in bocca soprattutto per la Vecomp, certo è che lo 0-0 ci avrebbe permesso di recuperare 2 punti. Spero che prima o poi qualcuno inciampi, ma sono squadre che difficilmente perderanno punti. Se le altre le vincono tutte, recuperare non è semplice ma ci proviamo. La classifica la guardo e non la guardo, noi facciamoci trovare pronti sempre".

Cesati torna poi al successo con l'Imolese, occasione per il ritorno alla rete di Scappini: "So cosa significa non segnare per diverso tempo, aveva bisogno di questo gol. È un attaccante con caratteristiche uniche nel nostro parco. Ma sono contento per tanti giocatori, per Castiglia e Pergreffi che hanno trovato il gol e per il lavoro complessivo di tutti. La rosa è ampia, ognuno di loro si sta facendo trovare pronto quando serve. Ora spero di recuperare Pierini. Spiace, invece, per l’infortunio di Monachello".

L'attesa è tutta per il derby con il Carpi: "Lo vivo come ogni altra partita. Noi dobbiamo vincere, ma non sento particolari pressioni. La sfida col Carpi vale per me come qualsiasi altra gara, se non vogliamo perdere il passo dobbiamo cercare di vincere. Mette in palio solo 3 punti, come tutte le altre partite del campionato". Chiosa finale sulle ambizioni dei canarini e le avversarie del girone alla vittoria finale: "Dall’inizio dell’anno lo diciamo, vogliamo migliorare il risultato della scorsa stagione. Al momento stiamo mantenendo la promessa, vedremo quanto saremo bravi da qui alla fine. Ci aspettano delle finali, io non mi accontento e nemmeno la squadra lo farà. Non ci siamo mai posti limiti, se ci sarà da lottare non ci tireremo indietro. Teniamo sempre presente, tuttavia, la qualità del campionato e delle prime della classe. Perugia e Padova? Farebbero ottima figura anche in B. Ma farei attenzione anche al Sudtirol, noi e loro stiamo facendo campionati straordinario. Essere lì e competere con quelle due corazzate significa tanto. Ora, dovremo essere ancor più bravi. Se lo saremo, vinceremo le partite. Sembra una banalità ma non lo è affatto".