Palermo, Saraniti: «Una settimana più tranquilla ci serviva come il pane...»

24.11.2020 10:45 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: stadionews
Palermo, Saraniti: «Una settimana più tranquilla ci serviva come il pane...»

Andrea Saraniti è un altro giocatore rispetto a quello dell’inizio di stagione. L’attaccante si è sbloccato sul piano dei gol e sta aiutando la squadra con ottime prestazioni. Intervistato da Salvatore Geraci per il Corriere dello Sport, il palermitano fa il punto della situazione in vista di un tour de force (l’ennesimo) per il Palermo.

“Stiamo facendo grandi cose, ci siamo ripresi i punti che abbiamo lasciato a causa del virus e di un avvio incerto – afferma – . Il campionato è un po’ falsato, una settimana più tranquilla ci serviva come il pane, ora non possiamo mollare. A Palermo siamo condannati a vincere. Il nostro obiettivo? Come minimo i playoff. Il gol per me è liberazione, se poi serve a determinare il risultato la soddisfazione è massima”.

Saraniti racconta anche una tappa della sua carriera, a Lecce, quando la Serie A sembrava a un passo: “È stato due anni fa, significa che in qualcosa avrò sbagliato. Ho contribuito alla vittoria, Liverani mi ha dato fiducia, ma a quanto pare avevo fatto il mio tempo. Vuol dire che non ero pronto per il palcoscenico della A”

“Sembrerà strano – conclude – ho avuto due modelli: Giorgio Corona e Caracciolo. Ho visto tanti campioni passare da Palermo e mi piacevano le punte di peso come Amauri, Toni, Cavani e appunto Caracciolo. Ho sempre pensato però di seguire le orme di Corona. La nostra storia è simile. Sono ancora in tempo per la A, non mi pongo limiti, potrei farcela tra un paio d’anni, mi basterebbero soltanto cinque o dieci presenze. Sarebbe la favola che si realizza”.