Per la Fermana il prossimo ostacolo si chiama Carrarese

28.01.2022 00:00 di Nicolas Lopez   vedi letture
Fonte: articolo di Paolo Catena
Per la Fermana il prossimo ostacolo si chiama Carrarese

Ci sono delle partite dall’esito scontato, anche se nel calcio non è mai detta l’ultima parola. Modena-Fermana era proprio la classica gara dal pronostico facile facile. Il campo e l’esito finale hanno confermato le previsioni della vigilia, ma va detto che la Fermana al “Braglia” non ha sfigurato. Anzi, la formazione allenata da Riolfo ha reso la vita piuttosto dura al Modena che ha rotto l’equilibrio del match solo grazie ad un penalty realizzato da Tremolada alla fine della prima frazione. Poi in zona Cesarini è stato il motorino brasiliano Paulo Azzi a mettere il sigillo ad un incontro meritatamente vinto dai padroni di casa. Alla Fermana restano i complimenti che, si sa, nel calcio servono davvero a poco.

Nessun dramma in casa canarina, ci mancherebbe. Meglio concentrarsi sul prossimo avversario, la Carrarese allenata dall’ex bomber e bandiera dell’Udinese Antonio Di Natale. Domenica la Fermana davanti al proprio pubblico è chiamata a tornare alla vittoria che manca dal 28 novembre, Fermana-Imolese 3-0. Dopo quel successo per i gialloblù sono arrivate due sconfitte (entrambe in trasferta contro le leader indiscusse del girone e cioè Reggiana e Modena) e tre pareggi (due in trasferta contro Olbia e Viterbese ed uno interno contro la VIrtus Entella). 

La Fermana tra le mura amiche ha costruito praticamente la sua attuale classifica visti i 16 punti conquistati al “Bruno Recchioni" su un totale di 21 punti. Questi numeri vorranno dire qualcosa, no? Probabilmente davanti al proprio pubblico i giocatori scendono in campo con maggiore consapevolezza nei propri mezzi, con una mentalità propositiva e con un atteggiamento molto determinato a portare a casa il risultato, per la gioia del caloroso pubblico. Tutte qualità che non sempre si sono viste in trasferta, anche se va rimarcato come, soprattutto nelle ultime uscite, la prestazione c’è sempre stata.

La Carrarese, che si trova al penultimo posto della zona play-off  con 27 punti all’attivo (6 in più dei canarini), è la classica formazione che va presa con le molle, ma sicuramente alla portata della Fermana. La squadra di Di Natale è in serie utile da otto partite ed alla ricerca di punti per mettersi in sicurezza prima possibile. Ma domenica dovrà fare i conti con una Fermana che non può permettersi scivoloni se vuole uscire dalla zona play out.

Infine, capitolo mercato. A Fermo, come da tradizione, i colpi si sparano sul suono della campanella. Nelle prossime ore potrebbero esserci delle novità. Ma ora testa alla Carrarese. (Paolo Catena)