Pergolettese, Morello: "A Novembre ci davano tutti già per spacciati"

01.07.2020 23:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Pergolettese, Morello: "A Novembre ci davano tutti già per spacciati"

Lasciato inizialmente in panchina da Matteo Contini, entrato nel secondo tempo a rilevare l’esausto Russo, Mattia Morello, con le sue inarrestabili fughe sulla fascia, ha “spaccato” la partita dando la carica per la rimonta gialloblu. La sua gioia a fine gara, condivisa coi compagni, lo si rileva dalle sue parole.
“ Direi che il mister, per scelta tecnica, aveva deciso di lasciami fuori all’inizio, per poi entrare a gara in corso con l’intento di sfruttare gli spazi che si sarebbero creati con il passare dei minuti. Sapeva che con la mia velocita’ potevo mettere in difficolta’ la difesa ospite: penso che sia stata una mossa azzeccata.”

Una gioia equiparabile a quella della scorsa stagione? A Novara avevi realizzato il primo gol nello spareggio contro il Modena.
“Rispetto alla gara spareggio di Novara contro il Modena, eravamo andati in vantaggio subito e abbiamo tenuto sempre testa agli avversari. Per come si era messa la partita ieri a Piacenza, sotto per 3 a 1 e in dieci uomini, sembrava una partita segnata, impensabile da recuperare, ma noi sapevamo che potevamo riprenderla; non abbiamo mai mollato un attimo e col cuore, coraggio e testa l’abbiamo recuperata: sono componenti essenziali che fanno la differenza in una gara cosi’. Se pensiamo che a Novembre ci davano tutti gia’ per spacciati, abbiamo dimostrato quello in cui noi abbiamo sempre creduto, quello di poter recuperare il distacco in classifica. Sappiamo di avere individualita’ forti ma prima di tutto, per superare qualsiasi difficolta’, devi essere un grande gruppo e lo abbiamo dimostrato.”

Avete rimediato al grossolano errore di Lucenti che ha innescato il terzo gol.
“ Gli errori nel calcio ci sono sempre stati; tutti li commettiamo. L’ho visto piangere in panchina per l’errore commesso: l’ho abbracciato subito. Ha sempre fatto molto bene e vorrei dedicare anche a lui questo risultato che abbiamo ottenuto.”