Serie C: inizia il conto alla rovescia per l'iscrizione al campionato 2020-2021

02.08.2020 22:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Serie C: inizia il conto alla rovescia per l'iscrizione al campionato 2020-2021

Può iniziare il countdown per l'iscrizione al campionato di Serie C 2020-2021. Perché tra soli cinque giorni scadrà il termine per presentare le domande atte a ottenere l'ok per la partecipazione alla stagione ventura.

Ma dei 60 club che avrebbero diritto alla domanda, alcuni rischiano di saltare. Anzi, uno è già saltato: fresco di vittoria al campionato di D, il Campodarsego ha infatti rinunciato al professionismo - persino dopo il cambio di ragione sociale, passaggio essenziale per procedere con la presentazione della domanda di iscrizione - perché il presidente Daniele Pagin ha ritenuto eccessivi i costi da sostenere.

I problemi, però arrivano anche dalle retrocesse dalla B: già certe della terza serie Livorno e Trapani (per disputare i playout dovrebbero segnare 14 reti nel match odierno contro il Crotone), con i labronici che attendono solo il passaggio del club, mentre per i siciliani la situazione è più complessa. Negli ultimi due anni, dopo l'addio di Vittorio Morace, si sono succeduti 4 presidenti e tre proprietà, con le ultime due, Fm Service e Alivision ancora in guerra legale per dei mancati pagamenti riguardanti la cessione dai primi ai secondi. Mancati pagamenti che hanno riguardato anche i dipendenti, giunti poi alla messa mora in del club: per i granata sono stati fatali i due punti di penalizzazione inflitti proprio per il non adempimento agli obblighi economici, ma adesso è attesa una sentenza che potrebbe ribaltare la situazione.

Per le formazioni invece già in C nella stagione 2019-2020, giorni di alacre lavoro per Arezzo e Robur Siena, che prima di presentare la domanda di iscrizione vogliono cercare di cedere le quote del club: trattative in fase avanzata, ma ci sono molto interrogativi sul futuro delle due compagini toscane. Notizia odierna, invece, quella legata al Teramo: patron Franco Iachini, a seguito delle problematiche legate alla concessione dello stadio, potrebbe non iscrivere la squadra. Stessa sorte che potrebbe toccare alla Sicula Leonzio, con patron Giuseppe Leonardi che pare abbia rifiutato anche proposte per la cessione del club; mancano invece gli acquirenti al Potenza, consegnato da Salvatore Caiata alla Regione Basilicata. Diverso il discorso legato a Picerno e Bitonto, sotto inchiesta per una presunta combine relativa alla stagione 2018-2019.

Non ci sarà una moria di club, quello no. Ma chi è retrocesso può sperare.