Triestina, Gautieri: «Potenza? Per noi deve essere la partita della vita»

08.07.2020 23:41 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Triestina, Gautieri: «Potenza? Per noi deve essere la partita della vita»

Alla vigilia della sfida playoff tra Potenza e Triestina (l’Unione partirà domani nel primo pomeriggio in volo charter per Bari con successivo trasferimento in pullman al “Viviani”), Carmine Gautieri fa il punto della situazione in casa alabardata: “Ci aspetta una gara difficile, così come sono difficili tutte le altre. Ci arriviamo con la consapevolezza di avere un risultato su tre per andare avanti e dobbiamo cercare di fare una partita giusta, maschia, tosta, con equilibrio nelle due fasi che poi è quello che ti porta a determinare il risultato”.

Come impostare la gara anche in considerazione della coperta corta soprattutto nel settore nevralgico del campo: “La nostra mentalità è quella di cercare di fare la partita, indipendentemente dall’avversario che vai ad affrontare. Puoi avere di fronte una squadra che gioca a quattro oppure a tre, noi dobbiamo pensare a noi stessi e a quello che dobbiamo fare, cercando di fare il massimo come abbiamo fatto con il Sudtirol. In quell’occasione a prescindere dal risultato abbiamo fatto la partita giusta, i ragazzi hanno messo in pratica tutto quello che avevo chiesto”.

Il ritorno da avversario a Potenza e le diverse caratteristiche di una partita da giocare sul sintetico: “L’esperienza di Potenza è stata un’esperienza bella, perché pur rimanendo per poche partite ho avuto la possibilità di imparare e di allenare dopo aver smesso da poco di giocare. Quanto al campo, il sintetico porta il pallone ad avere rimbalzi diversi, dovremo farci trovare pronti, con l’approccio giusto ed esser bravi ad adattarci”.

Un messaggio alla squadra e alla città, prima della rifinitura e della partenza per la Basilicata: “Per noi deve essere la partita della vita, dobbiamo cercare di trasmettere l’entusiasmo che abbiamo. Qui ci sono sia grande entusiasmo che equilibrio, come ho detto anche in passato Trieste merita grandi risultati per correttezza, rispetto, ambiente, società, stadio, per tutto. Noi dobbiamo fare il massimo per soddisfare questa città”.