Triestina, mister Pillon: «Occhio al Gubbio, forse gioca meglio fuori casa che in casa»

03.03.2021 00:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Triestina, mister Pillon: «Occhio al Gubbio, forse gioca meglio fuori casa che in casa»

Subito nuova vigilia di campionato per la Triestina, impegnata domani alle 15.00 al “Rocco” contro il Gubbio. Triestina chiamata a lasciarsi alle spalle gli strascichi del pari di due giorni fa con l’Arezzo, un risultato che nell’ultimo quarto di gara ha visto un mix di stanchezza fisica e mentale, come evidenziato nel consueto prepartita da Mister Pillon: “Credo si sia trattato di entrambi gli aspetti, nell’ultimo quarto d’ora si è vista chiaramente questa cosa. E’ chiaro che devo analizzare bene la situazione, vedere chi è più fresco. Ho ancora una notte davanti per pensarci e domani poi deciderò”. In base a questo concetto, potrebbe esserci qualche modifica nell’undici di partenza: “Vediamo, come dicevo ho ancora una notte davanti per pensare. Tutti si devono sentire coinvolti e pensare di giocare, perché farò le mie scelte”.

Gubbio che arriva a Trieste reduce da tre risultati utili consecutivi e con una classifica che è costantemente migliorata, fino ad attestarsi a metà strada tra zona playoff e playout: “E’ una squadra molto difficile da affrontare, visti anche i punti conquistati forse gioca meglio fuori casa che in casa. Negli spazi sono molto bravi e hanno giocatori di grande qualità, penso ad esempio a Pasquato che ha un buon tiro da fuori e capacità balistiche su palla inattiva. La qualità quindi si vede, ma anche noi abbiamo giocatori di grande qualità e dobbiamo fare la nostra partita”.

Chiusura ‘tattica’, sulla ricerca di una maggior capacità offensiva con la contemporanea presenza di Procaccio, Sarno e due punte e il necessario equilibrio, rischiando però di andare a scapito della qualità in fase di costruzione: “Dobbiamo lavorare molto su questi aspetti, lavorare sul campo per far sì che non ci sia uno squilibrio di squadra. Solo il lavoro e il tempo ci potranno dire se potremo continuare a giocare così offensivi”.