Turris, mister Fabiano: «L'ultima gara mi ha lasciato grandi certezze e...»

21.11.2020 18:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoturris
Turris, mister Fabiano: «L'ultima gara mi ha lasciato grandi certezze e...»

Corallini impegnati con il Catania (non si giocherà al “Massimino”, ma al “Nobile” di Lentini) ed ancora una volta sarà una sfida contro una gara blasonata. “Sarà una Turris agguerrita, determinata – avverte il tecnico Fabiano-, che andrà a giocarsi la partita contro una squadra dal grande blasone, che ha grande qualità e giocatori importanti”.

Fabiano ha studiato gli avversari e ne elogia le qualità, ma la Turris ha le idee chiare su come dovrà affrontarla: “Hanno l’impronta di una grande squadra, però è bello misurarsi con queste compagini che hanno un organico di un altro livello. Andremo lì con umiltà, cattiveria e determinazione giusta”.

Turris reduce dal pari nel derby con la Juve Stabia che “mi ha lasciato grandi certezze e allo stesso tempo quell’umiltà, quella cattiveria di battagliare su tutti i campi – commenta il tecnico torrese-. E quando dico di alzare l’asticella, intendo proprio questo, fare qualcosa in più ogni partita”.

Quando senti Catania, la mente non può non tornare alla stagione 1996-1997, quando la Turris superò i siciliani nei playoff promozione e conquistò l’accesso in finale con il Benevento: “Quel campionato ero a Matera – ricorda Fabiano-, la Turris venne a pareggiare zero a zero e giocò quasi tutta la partita in dieci per l’espulsione di Marcello Esposito, ma ero squalificato ed ero in tribuna”.

Il condottiero di quella Turris che conquistò una storica ed indimenticabile promozione nell’allora C1 fu mister Ciccio Esposito, che Fabiano conosce bene: “Al di la del rapporto umano che è di un altro livello, avevamo anche un gran rapporto professionale. Eravamo insieme a Nola e stavamo per percorrere una tappa insieme a Torre del Greco… è una persona che fatto la storia della Turris”.

Per la trasferta siciliana, Fabiano dovrà ancora fare a meno di Signorelli (potrebbe recuperare per la sfida di mercoledì a Palermo) e Persano, ma recupera Sandomenico.