Acireale, Chiavaro: "Porte chiuse un problema. In questa piazza c'è grande attaccamento"

03.06.2020 18:45 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: Vittorio Damiani - goalsicilia
Acireale, Chiavaro: "Porte chiuse un problema. In questa piazza c'è grande attaccamento"

Ospite del "Salottino Goalsicilia", parla il confermatissimo ds dell'Acireale, Agatino Chiavaro.

PROMOZIONI e RETROCESSIONI A TAVOLINO "La LND ha fatto proposte coraggiose, dire oggi se sono giuste o sbagliate, non è facile: tutti, con otto gare ancora da giocare, potevano ambire sia alla vittoria che alla salvezza o ai play out, però questa è una situazione straordinaria e una decisione andava presa".

PLAY OFF SALTATI "Probabilmente i play off in Serie D servono a poco a prescindere dal virus, a meno che non hai un milione di euro per tentare il ripescaggio. Noi quest'anno abbiamo accettato penalizzazioni e varie, figurati se non accettiamo il blocco del campionato per una pandemia mondiale".

POSSIBILI PORTE CHIUSE "Sarebbe un problema, l'introito derivante dagli spalti è fondamentale, spero che tra settembre o ottobre si possa risolvere tutto altrimenti o bisogna che tutti ridimensionino i propri obiettivi o la Lega deve trovare modo di aiutare i club".

CONFERME UFFICIALI "Sono felice, possiamo continuare il percorso cominciato un anno fa. Abbiamo subito parlato con mister Pagana e anche lui con entusiasmo è stato felice di continuare questo percorso: ha sempre dimostrato, anche in mezzo alle difficoltà, di saper tenere alta la guardia e fare bel calcio".

ACR MESSINA "C'è un rapporto cordiale con Paolo Sciotto ma non c'è stato alcun tipo di ragionamento diverso perché la mia volontà era ferma ed era quella di restare qui".

AMBIZIONI "Io e Pagana siamo giovani e abbiamo voglia di fare bene, c'è la volontà di migliorare quanto fatto quest'anno e per farlo o arrivi secondo o arrivi primo (ride ndr). Penso sia prematuro parlare di obiettivi ma non nascondiamo che lavoreremo per poter vincere il campionato. Questa piazza da anni dimostra grande attaccamento alla maglia, aiutando con i fatti e tenendo in piedi questa squadra".

ASSOCIAZIONE "Fasone ha fatto un lavoro straordinario, è il faro di questa società che oggi va avanti con meno difficoltà di prima, ha capacità di gestire questa società. Adesso ci siamo puliti di tutto e guardiamo avanti senza zavorre. Un imprenditore? C'è chi ci ha dato una mano in questa stagione ma non è uno solo ma una serie di persone che hanno dato il loro contributo. Poi avere un presidente paperon de paperoni, sarebbe il sogno di tutti ma io mi occupo della parte sportiva".

SILVESTRI, OTT VALE, RIZZO "Abbiamo costruito un gruppo di ragazzi unito e attaccato alla maglia. In questi giorni li stiamo incontrando per chiudere i discorsi che si sono interrotti due mesi fa. Per il resto sono calciatori che hanno dimostrato di essere professionisti e giocatori di grande valore. Non nego che il pensiero di ripartire dallo zoccolo duro di quest'anno c'è ma ci sono tantissime cose di cui parlare, ambizioni loro e possibilità nostre: penso che, per esempio Rizzo, oggi, lo stanno chiamando tutte le società che puntano a vincere...".

MELILLO "È un giocatore dell'Fc Messina. È in vacanza ed era ad Acireale solo per il rapporto di amicizia che ci lega, è stato con noi a Troina e col mister soprattutto per 3/4 anni ed è normale che tra amici si vedano".

ARENA "Alessandro è di proprietà del Catania e dobbiamo aspettare le sorti dei rossazzurri per capire il suo futuro. Se ci sarà la possibilità di trattenerlo, lo faremo. Ha un grande potenziale che va anche oltre la Serie C. Deve trovare solo la continuità e un altro anno di Serie D gli farebbe bene, premesso che è uno dei talenti più cristallini e forti degli ultimi anni".

PITARRESI "Siamo stati coraggiosi e fortunati ad affidargli la porta. Ha una prospettiva importante ma altre 30 partite di Serie D con noi non gli farebbero male".