Bari, il sindaco Decaro: "Promozione in C risultato importante. Ora restilynd San Nicola a nostre spese..."

20.04.2019 12:00 di Massimo Poerio   Vedi letture
Bari, il sindaco Decaro: "Promozione in C risultato importante. Ora restilynd San Nicola a nostre spese..."

Bari di nuovo tra i professionisti. Galletti che vogliono crescere e non abbassare mai più la cresta. Lo sviluppo della società passa da tanti fattori, non ultimo quello strutturale.

Proprio sullo stadio San Nicola è intervenuto il sindaco del capoluogo pugliese Decaro che, come riporta il quotidiano "Repubblica", ha dichiarato: "La prima cosa da fare è cambiare i sediolini. Abbiamo chiari i costi di gestione dello stadio e dobbiamo cominciare a lavorare. La squadra è in serie C e non possiamo chiedere grossi investimenti alla società, che già affronta spese di consumo sovradimensionata per la categoria: per questo l’amministrazione comunale continuerà a farsi carico della manutenzione straordinaria. Lo stadio ha bisogno di un restyling: cominciamo con i seggiolini e poi passiamo ai petali volati via. I petali sono un intervento importante e molto oneroso, stiamo preparando la documentazione per chiedere allo studio dell’architetto Renzo Piano se sia possibile utilizzare pannelli in alluminio che hanno costi dieci volte inferiori rispetto a quelli in teflon. Indipendentemente dalla serie A, vogliamo sistemare lo stadi. Ma è chiaro che il Comune non si può svenare questo, ecco perché lo ristruttureremo man mano a cominciare dai sediolini. Chiederemo un finanziamento al Coni o ricorreremo al Credito sportivo. I De Laurentiis un anno fa hanno deciso di investire sulla squadra sulla città e li ringrazio. Qui stanno intrecciando relazioni importanti con gruppi imprenditoriali, non soltanto legati al calcio, e questo mi fa ben sperare per il ritorno in B. Ma adesso vorrei godermi il momento: siamo saliti dalla D alla C ed è un risultato importante se penso all’estate terribile di un anno fa, quando sembrava non ci fosse più un futuro. Abbiamo sofferto un anno, forse era giusto ripartire da zero dopo il calcio scommesse e il fallimento".