Calcio in lutto: è morto il bomber Rocco Augelli

19.09.2020 11:07 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Fonte: foggiatoday.it
Calcio in lutto: è morto il bomber Rocco Augelli

Se n'è andato nelle prime ore della notte, al termine di una lunga battaglia. Rocco Augelli non ce l'ha fatta, malgrado abbia lottato con tutte le sue forze, con quella grinta che lo aveva contraddistinto da calciatore. I funerali si svolgeranno a San Giovanni Rotondo, domani alle ore 15.30 nel Santuario Santa Maria delle Grazie.

"Ci abbiamo sperato tutti fino all'ultimo di rivederti esultare per un tuo gol, per poterti abbracciare e sentirti dire "ce l'ho fatta". Invece no, tutto svanito. Nonostante ciò hai combattuto tenacemente fino alla fine come un leone senza mai mollare, così come eri abituato a fare in campo, ma questa volta non ce l'hai fatta per colpa di quel tutto nemico che ti perseguitava da mesi. Non dimenticheremo mai tutti i gol, tutte le gioie che hai regalato al nostro, anzi, al tuo popolo biancazzurro, alla "tua" città che sin dal tuo arrivo sei stato un grado di conquistare e soprattutto del sorriso che ti contraddistingueva. Non dimenticheremo mai la tua generosità e il tuo altruismo anche fuori dal campo. Ora tiferai da lassù i nostri colori che da sempre hai amato, rispettato e onorato. L'Atletico Vieste porge le più sentite condoglianze alla famiglia Augelli, in particolar modo la nostra vicinanza va ai genitori, al gemello Paolo e la compagna Carmela, nonché a tutte le persone a lui care", si legge sul profilo Facebook dell'Atletico Vieste.

Ne piange la scomparsa tutto il mondo del calcio di Capitanata e della Puglia. "A Giugno del 2019 abbiamo avuto l'onore e il piacere di averlo nel nostro team celeste granata come allenatore in seconda della prima squadra. Non stava benissimo, da pochi mesi aveva iniziato le cure, ma quando stava sul campo con noi, tutto passava e lui trasmetteva ai suoi ragazzi forza e fiducia col suo sorriso. Quando si assentava per via delle varie visite mediche cui si sottoponeva, non perdeva mai il contatto con la squadra. Ci ha creduto più di tutti nel nostro ripescaggio in Eccellenza ed era pronto e desideroso di ripartire su quel rettangolo verde dove ha emozionato migliaia di persone con le sue prodezze e dove avrebbe voluto continuare a far sognare tanta gente da allenatore. Vivendo questa breve esperienza calcistica insieme a Rocco ognuno di noi si è arricchito. Uomo di grandissimi valori morali apprezzati da tutti gli addetti ai lavori e non solo. Mister Rocco anche a San Marco ha lasciato il segno, ha impreziosito il progetto Asd San Marco con professionalità e amore. Oggi un ragazzo d'oro di soli 35 anni sale al cielo e noi non possiamo che ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per noi. Ora da lassù continua a segnare tanti gol", il messaggio di cordoglio dell'Asd San Marco.

"Rocco è stato un vero bomber, uno di quegli attaccanti che ogni squadra avrebbe voluto avere; il compagno di spogliatoio che tutti avrebbero voluto avere", il commento dell'Audace Cerignola. 

"Così come in campo eri sempre l'ultimo ad arrenderti, anche stavolta hai lottato con tutte le tue forze per non volare via troppo presto. Ma quel tuo sorriso gentile resterà sempre vivo nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerti", scrive il Lucera Calcio.