Campodarsego, mister Ballarin: «Manzanese ottima squadra, ma ho sensazioni positive»

27.02.2021 14:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Campodarsego, mister Ballarin: «Manzanese ottima squadra, ma ho sensazioni positive»

Al “Gabbiano” arriva la rivelazione del torneo. Appuntamento di lusso, domani alle 14.30, per il Campodarsego, che accoglie la Manzanese con l’obiettivo dichiarato di allungare la sua striscia positiva, dopo il pareggio di domenica scorsa e la vittoria di mercoledì a Montebelluna che ha accorciato notevolmente la classifica in coda. Non sarà una gara semplice, contro una delle squadre più in vista di questo campionato, ma la formazione biancorossa sa che dovrà dare tutto, e che se la può giocare con chiunque. Una sfida fondamentale, alla vigilia di un’altra settimana di full immersion, visto che mercoledì si giocherà poi il recupero, ancora in casa, della sfida rinviata a gennaio contro il Delta Porto Tolle. Queste le dichiarazioni dell’allenatore del Campodarsego, Alessandro Ballarin, alla vigilia del match.

Sull’ultima settimana: “Una settimana che mi lascia positivo, e fiducioso che possiamo fare una grande gara. Più che sensazioni, vedo i ragazzi tutti i giorni e vedo come si allenano: hanno approcciato molto bene la partita di mercoledì, per questo ho sensazioni positive che ora devono naturalmente essere confermate dal campo”.

Sulla partita di domani: “Sarà una partita dura, contro una avversario di assoluto valore. Noi dovremo difenderci bene, ma soprattutto dovremo avere coraggio e attaccare: mi aspetto che la squadra giochi consapevolmente, cercando di essere positiva e propositiva”.

Sull’avversario: “La Manzanese sta facendo un campionato importantissimo, è un’ottima squadra e la affrontiamo con grandissimo rispetto. Non abbiamo però nessun timore: negli ultimi giorni, dopo la vittoria di Montebelluna contro una diretta concorrente, abbiamo acquisito un po’ più di consapevolezza nei nostri mezzi. non perdiamo l’umiltà, ma abbiamo molta fame perchè vogliamo uscire dalla posizione in classifica in cui siamo”.

Sulla squadra: “Perdiamo Conti e non abbiamo Annoni, ma recuperiamo Buonaventura. L’importante però è lo spirito: le vittorie e i risultati fanno morale, dobbiamo tradurli in cattiveria e non pensare assolutamente ad esaltarci. Il Campodarsego deve rimanere equilibrato ed essere consapevole della sua missione: credere in se stesso”.