Cerignola, in dieci uomini arriva un'altra netta vittoria: poker la Brindisi

26.01.2020 20:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Fonte: lanotiziaweb.it
Cerignola, in dieci uomini arriva un'altra netta vittoria: poker la Brindisi

Torna alla vittoria l’Audace Cerignola, il 4-1 sul Brindisi nasce da un secondo tempo super, malgrado l’inferiorità numerica durata oltre un’ora: undicesimo risultato utile consecutivo per gli ofantini, ancorati sempre in quarta piazza. Diverse le novità proposte da Feola, per le assenze di Rosania e De Cristofaro: coppia di terzini formata da Alfarano e Tancredi, c’è Caiazza in difesa e il rilancio dal 1′ di Loiodice, con Marotta inizialmente in panchina. Senza D’Ancora (affaticamento muscolare) sostituito da Zappacosta, Ciullo disegna un 3-5-2 in cui Ancora e Tourè sono i terminali offensivi. Al 4′ Cerignola in gol con Longhi di testa sugli sviluppi di una punizione, si alza però la bandierina del secondo assistente. Grande chance per i padroni di casa all’8′: Longo imbecca Rodriguez in profondità, il nove salta Pizzolato in uscita ma deposita sull’esterno della rete. Il gol arriva per gli ofantini al 16′: servizio verticale per Rodriguez, il cui tiro è respinto da Pizzolato, si fionda come un rapace Longo che con l’aiuto del palo mette dentro. La replica degli ospiti è immediata e fruttuosa: grande invenzione di Ancora, Tourè prende d’infilata i centrali difensivi e con sangue freddo supera Cappa (18′). Ancora nuovamente minaccioso tre giri di lancette più tardi, il suo sinistro dal limite è deviato in corner a un soffio dal palo. Minuto 28′: grossa ingenuità di Alfarano che, già ammonito, si lascia cadere senza contatto in area. Per Lipizer di Verona simulazione e doppio giallo con la squadra di Feola in dieci. Il Brindisi cerca di approfittare della superiorità numerica, Marino crossa al 32′, batti e ribatti in area e il colpo in apparenza risolutore di Dario è sventato in angolo da un provvidenziale intervento di un cerignolano. Nel finale di tempo, clamoroso palo su piazzato di Coletti (44′), a seguire Rodriguez gira largo di testa su cross dalla destra. E’ 1-1 al riposo, in una prima metà di gara vivace e con numerosi sussulti.

Il Cerignola non accusa minimamente il rosso di Alfarano al rientro dagli spogliatoi e lo dimostra al 52′: Sansone raccoglie un pallone vagante e con un sinistro chirurgico trafigge Pizzolato. Ancora di potenza, conclusione fuori misura, dall’altra parte Rodriguez evita due avversari e trova la replica del portiere messapico (59′). Sansone si concede il bis e scatena gli applausi della platea con la punizione vincente dalla lunetta del 3-1 (61′). I biancazzurri si affidano alle iniziative dei singoli, Boccadamo in progressione non inquadra il bersaglio. Caiazza riceve da Loiodice, il tiro del classe ’99 è a lato; Longo illumina per Rodriguez al 74′, l’ex Reggiana entra in area ed è implacabile: poker gialloblu servito. Sempre Longo in versione assist man, Loiodice però nella circostanza calcia debole fra le braccia di Pizzolato all’83’. E’ l’ultima annotazione del match, termina 4-1 una sfida che le “cicogne” hanno dominato specie nella seconda parte.

Con i tre punti odierni, l’Audace si avvicina nel modo ideale al derby di domenica prossima allo “Zaccheria” di Foggia, con i rossoneri sconfitti oggi a Gravina. Per l’undici di Feola missione sorpasso nel mirino, perché il terzo posto dista due lunghezze: partirà così il febbraio dai grandi confronti per Loiodice e compagni.

AUDACE CERIGNOLA-BRINDISI 4-1

Audace Cerignola (4-2-3-1): Cappa, Alfarano, Caiazza, Longhi, Tancredi (71′ Celentano), Di Cecco, Coletti, Sansone (75′ Marotta), Longo, Loiodice, Rodriguez (77′ Martiniello). A disposizione: Sarri, Muscatiello, Venuti, Russo, Sindjic, Cinque. Allenatore: Vincenzo Feola.

Brindisi (3-5-2): Pizzolato, Dario (64′ Nardelli), Capone, Fruci (73′ Cuomo), Boccadamo, Zappacosta (77′ Merito), Marino, Pizzolla, Escu (84′ Marangi), Ancora, Tourè. A disposizione: Lacirignola, Giglio, Nocerino, D’Ancora, Maglie. Allenatore: Salvatore Ciullo.

Reti: 16′ Longo, 18′ Tourè (B), 52′ e 61′ Sansone, 74′ Rodriguez.

Ammoniti: Alfarano, Di Cecco (AC), Capone, Merito (B). Espulso: Alfarano (AC) al 28′ per doppia ammonizione.

Angoli: 5-5. Fuorigioco: 4-7. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

Arbitro: Lipizer (Verona). Assistenti: Cioffredi (Padova)-Torraca (La Spezia).

L'articolo Poker al Brindisi nonostante un’ora in dieci: il Cerignola vince di slancio proviene da lanotiziaweb.it.