Che debutto del Matese: poker di reti sul campo dell'Agnonese

27.09.2020 22:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: sportcasertano.it
Che debutto del Matese: poker di reti sul campo dell'Agnonese

Dal Molise al Molise, il Matese festeggia ancora. Dopo aver conquistato lì la promozione, è iniziato ad Agnone il campionato di Serie D dei casertani che hanno ottenuto una vittoria storica all’esordio nel girone F del campionato di Serie D. Lo stadio “Civitelle” ha fatto da cornice ad una domenica indimenticabile per i Presidenti Luigi Rega e Marcellino Pepe che hanno visto la propria squadra vincere in casa dell’Olympia Agnonese per 0-4. Prova maiuscola dei ragazzi del tecnico Corrado Urbano che hanno sovrastato gli avversari dal primo al novantesimo. Minicucci e compagni hanno infatti saputo approfittare degli errori dei padroni di casa e sono stati cinici davanti disputando una prima frazione impeccabile e gestendo al meglio nella ripresa.

IL PRIMO TEMPO. I ragazzi di Urbano iniziano subito il match con il piede sull’acceleratore e bastano appena sei minuti per scrivere una pagina della storia del club casertano. Gli ospiti bucano subito la difesa molisana e Abreu solo davanti a Serafino non sbaglia e sigla lo 0-1, primo storico goal del Matese nel campionato di Serie D. La reazione dell’Agnonese arriva al 17’  con Kone che da ottima posizione però non centra lo specchio della porta e calcia fuori. Due minuti dopo ancora l’attaccante da solo contro Kuzmanovic si lascia ipnotizzare dall’ottima parata del portiere che salva i suoi e il risultato. I padroni di casa sono poco precisi e sbagliano spesso il disimpegno in uscita. Al 27’ è un pasticcio difensivo a regalare palla a Negro che con un’azione personale se ne va centralmente e batte Serafino siglando lo 0-2. Il secondo goal manda in tilt l’Aragonese  e galvanizza il Matese che continua a spingere e dopo appena centoventi secondi cala il tris. Pallone in verticale per Abreu che si destreggia tra i difensori e con grande precisione manda la palla in rete, doppietta fantastica per l’attaccante che non perdona e fa volare i suoi. Mezz’ora da applausi per il Matese che ha saputo approfittare degli errori dei padroni di casa senza sbagliare. L’Olympia Agnonese è in bambola e l’indemoniato Abreu sfiora anche la tripletta con una sforbiciata che viene smorzata dall’intervento provvidenziale di Sangarè. Quella del 35’ è l’ultima emozione di un primo tempo che il Matese ha condotto alla perfezione, creando gol e occasioni con molta facilità.

IL SECONDO TEMPO. I padroni di casa iniziano con più convinzione alla ricerca di un possibile goal per riaprire la sfida. Al 51’ Lombardi effettua un tiro-cross che si stampa sulla traversa. Il Matese risponde colpo su colpo e un minuto dopo Negro serve Minicucci che spedisce fuori da buona posizione. Al 63’ Urbano vuole far rifiatare Abreu che esce tra gli applausi per la sua doppietta nella prima mezz’ora del primo tempo, al suo posto entra Ciotola. I ritmi sono molto bassi, l’Olympia Agnonese non riesce a creare trame di gioco interessanti e il Matese gestisce bene il pallone. Al 73’ Sangarè cerca una piccola gloria ma Kuzmanovic blocca senza troppa fatica. Due minuti dopo, il Matese trova anche il poker con l’ex di giornata, Minicucci che riceve palla da Ciotola e fa partire una conclusione rasoterra in diagonale che passa sotto le braccia del portiere Serafino, ancora una volta imperfetto nel suo intervento. Domenica da dimenticare per l’estremo difensore dei molisani e festa grande per la squadra di Urbano che sigla la sua quarta rete. Finisce 4-0 per Il Matese che espugna Agnone e vola in testa alla classifica regalandosi un esordio da favola con un successo netto e meritato visti i valori in campo. Più organizzati e pronti i casertani, molto distratti e indietro fisicamente i padroni di casa che dovranno rivedere alcune cose.

TABELLINO AGNONESE – MATESE 0-4

OLYMPIA AGNONESE: Serafino, Marfella, Litterio, Bilello (78’ Cerruzzi), Sgambati, Enea, Maniscalchi (84’ Lorenzoni), Sangarè, Kone, Cito, Lombardi. A disposizione: Causin, Del Gaudio, Milone, Lapenna, Vintaloro, Tassi, Flornino, Mastrodomenico, Montanaro. Allenatore: Stefano Senigagliesi

MATESE: Kuzmanovic, Delicato, Setola, Costantino, Russo, Albanese, Barbato, Langellotti (46′ St. Di Lullo), Negro (79’ Ricci), Minicucci (84’ Masotta), Abreu (63’ Ciotola). A disposizione: Bruno, Leonetti, Vodopivec, Tretola, Riccio. Allenatore: Corrado Urbano,

RETI: 7’ e 29’ Abreu (M); 26’ Ngero (M), 75’ Minicucci (M)

ARBITRO: Carlo Palumbo dalla sezione di Bari.

ASSISTENTI: Giovanni Francesco Massari di Molfetta e Giampiero Salvemini di Molfetta

NOTE: Ammoniti: Cito (O); Marfella (O); Delicato (M) Masotta (M)

RECUPERO: 1’Min nel primo tempo e 4’ min nel secondo tempo