Cittanovese, Zito: "Grande rabbia per Locri. C'è voglia di ribaltare la delusione"

23.03.2019 13:30 di Maria Lopez   Vedi letture
Fonte: antonino raso
Cittanovese, Zito: "Grande rabbia per Locri. C'è voglia di ribaltare la delusione"

Il nostro compito è produrre fatti, le parole ora non servono. C’è tanta amarezza dopo il pareggio di domenica scorsa, ma questo stato d’animo dovrà tradursi in campo in valori come la rabbia agonistica e la determinazione. Questo mi aspetto dai miei calciatori”. Così l’allenatore Domenico Zito nel corso della conferenza stampa pre partita di questa mattina. In vista c’è la trasferta di Licata contro il Gela.

Domenica scorsa abbiamo offerto una grande prestazione. Fino a martedì abbiamo vissuto grande rabbia, perché contro il Locri la nostra supremazia è stata netta. Se avessimo vinto con tre gol di scarto nessuno avrebbe potuto dire nulla. Purtroppo le leggerezze commesse ci hanno punito oltremisura. Il fattore positivo, tuttavia, è l’atteggiamento del gruppo. C’è voglia di tornare in campo per ribaltare la delusione”.

Sul campo di Licata, lo scorso anno, la prima salvezza giallorossa in Serie D. Quali sensazioni rimangono?

Lo scorso anno abbiamo vissuto una grande giornata. Il destino vuole che anche questa volta per noi si tratti di una finale. Abbiamo fatto una grande stagione e vogliamo chiudere in crescendo. Di fronte avremo un avversario molto forte, con un attacco capace di cambiare il volto del match in qualsiasi momento. Dovremo contrapporci bene, evitando di chiuderci dietro e lasciare campo. I miei calciatori, d’altro canto, hanno caratteristiche che possono mettere in difficoltà il Gela”.

Uno degli under più completi e promettenti dell’intera Serie D. Riccardo Mansueto, di professione difensore centrale, è pronto per vivere una sfida da ex. “Purtroppo quello che ci sta mancando è l’attenzione nei dettagli e, probabilmente, un po’ di esperienza. Siamo una grande squadra ma, evidentemente, alcuni errori ci sono costati carissimi. Anche domenica scorsa, prendere gol al 92’ non è stato il massimo. Dobbiamo crescere in attenzione”.

Ora si va a Gela.

Parliamo di una grande piazza e di una grande squadra. Loro vogliano conquistare i playoff a tutti i costi. Noi dovremo giocare la partita attaccando. Se gli lasciamo spazio o li aspettiamo andiamo incontro a problemi seri. Ma la squadra è pronta per una gara di alto profilo”.