Cjarlins Muzane a bocca asciutta: exploit esterno del Caldiero

23.01.2022 18:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Cjarlins Muzane a bocca asciutta: exploit esterno del Caldiero

Il Caldiero Terme va a vincere 2-0 sul campo del Cjarlins Muzane.

Dopo un mese di sosta forzata mister Moras sceglie il 4-3-3 per la ripresa del campionato, facendo esordire basso a destra Del Savio dal primo minuto. Sull’altro lato del campo c’è Brigati, mentre Dall’Ara e Ndoj sono i centrali prescelti. Nel cuore del centrocampo torna a orchestrare Poletto; ai fianchi si rivedono Pignat, da una parte, e Agnoletti, dall’altra. Tridente composto da Bussi-Michelotto e Rocco punta centrale. Il Caldiero, con la fama di ammazza grandi, si difende con attenzione e rilancia con ripartenze veloci e ficcanti. La prima vera occasione è per i gialloverdi, al 5’ minuto di gioco, quando Moro risponde presente sulla battuta a rete di Boldini. Al 22’ Martone potrebbe penetrare in area, ma si allunga troppo il pallone permettendo alla retroguardia friulana di salvare in angolo. Sugli sviluppi del corner nasce una ripartenza coast to coast di Michelotto, che arriva fino all’area avversaria per essere anticipato al momento di battere a rete. Il Caldiero inquadra nuovamente la porta difesa da Moro al 28’ con Martone, mentre per gli arancioazzurri il più pericoloso è sempre Michelotto, rapidissimo in campo aperto. Al 35’ l’episodio che cambia la partita: Ndoj guadagna due cartellini gialli nel giro di due minuti e si fa cacciare dal signor Loris Graziano. Pignat scala indietro di una linea e si posiziona al centro della difesa. Al 39’ Michelotto, su punizione, impegna Aldegheri con un rasoterra che passa sotto la barriera. Al 43’ è incredibile l’occasione di testa mancata da Zerbato, che non approfitta dell’uscita a vuoto di Moro per punire gli arancioazzurri. L’ultimo sussulto del primo tempo è un calcio piazzato teso di Michelotto dal limite dell’area che attraversa lo specchio della porta da posizione defilata. 

Mister Moras riassesta la squadra col 3-5-1 in cui trovano spazio Tobanelli in difesa e Akafou a centrocampo; Rocco abbandona la contesa lasciando Michelotto unica punta. Il Caldiero, forte della superiorità numerica, parte a testa bassa e al 9’ sfonda con Cherubin, lesto ad avventarsi su una palla vagante in area e infilare la porta di Moro. Forte del vantaggio il Caldiero sembra prendere il sopravvento stabilendosi nella metà campo friulana per diversi minuti. Venitucci prende il posto di Michelotto cercando di avanzare il baricentro ma i frutti sperati non arrivano. Dopo uno stacco di testa di Bussi che non inquadra lo specchio, Zerbato affossa il Cjarlins con un tiro sul primo palo che fulmina Moro e vale l’undicesimo centro stagionale (22’st). Nemmeno la carta Forestan riesce a ridestare il Cjarlins, che si spegne lentamente fino al triplice fischio.

CJARLINS MUZANE-CALDIERO TERME 0-2

RETI: 9’st Cherubin, 22’st Zerbato

CJARLINS MUZANE: Moro, Del Savio (1’st Akafou), Brigati, Ndoj, Dall’Ara, Poletto, Bussi, Pignat, Michelotto (20’st Venitucci), Agnoletti (15’st Bran), Rocco (1’st Tobanelli, 24’ st Forestan). All. Moras

CALDIERO TERME: Aldegheri, N’Ze Marcus, Baldani, Filiciotto, Rossi, Cherubin, Zerbato (35’st Moscatelli), Boldini (5’st Burato), Martone (32’st Braga), Viviani (8’st Manarin), Lerco (40’st Rossignoli). All. Chiecchi

ARBITRO: Loris Graziano di Rossano. Assistenti: Luca Marucci di Rossano e Davide Gigliotti di Lamezia Terme.

NOTE: Espulso Ndoj al 35’pt per doppia ammonizione. Ammoniti: Michelotto, Viviani, Boldini, Dallara, Brigati. Recupero 1’ e 5’.