Coppa Italia - Il Voghera saluta la manifestazione tricolore, passa il St. Christophe

13.10.2011 09:00 di Maria Lopez  articolo letto 644 volte
Coppa Italia - Il Voghera saluta la manifestazione tricolore, passa il St. Christophe

I rossoneri salutano la Coppa Italia in quel di Saint Christophe, perdendo 3 a 1 contro il Vallee D'Aoste. La sconfitta è maturata in seguito ad una prestazione non proprio esaltante dei nostri, condita purtroppo dai soliti errori arbitrali che, se non proprio totalmente, hanno contribuito comunque a falsare il naturale corso del match. La reazione è nata solamente dopo il 2 a 0 dei locali, con i nostri che, giustamente, hanno alzato il baricentro riuscendo così ad accorciare le distanze già nei primi 45 minuti. Nella seconda frazione è mancato il giusto guizzo per raddrizzare la partita, e proprio nel momento di massima spinta, i valdostani ci hanno pugnalato alle spalle infliggendo così il colpo che ha tagliato gambe ed energie. Per amor di patria la Voghe ha lottato fino all'ultimo secondo disponibile, ma in alcuni frangenti la palla ha fatto di tutto pur di non varcare la fatidica linea. Il Voghera riadopera lo schema visto in quel di Ponte San Pietro, ovviamente con diversi interpreti, sia per dare riposo ai reduci di domenica scorsa, sia per permettere ai meno utilizzati di mettersi in prova. In difesa trova spazio Molnar, che si colloca di fianco a Colicchio, mentre i ruoli di terzini sono affidati a Mauri e Paloschi. Centrocampo con Capuan,o che ha il compito di guidare il giovane Cascino a suo fianco, sulle fasce libertà di scorribande per Paredes e Speziale. In attacco Troiano ad agire come seconda punta a sostegno di Colombo.
Voghera che crea la prima azione pericolosa neanche dopo 60 secondi, Paredes se ne va via sulla destra e serve Speziale, il trentino entra in area e mette in mezzo un velenoso pallone sul quale Garino deve fare gli straordinari.
Alla prima occasione, però, i locali colpiscono: al quinto calcio d'angolo battuto dalla sinistra da Baldi, l'ex rossonero Finelli, colpevolmente lasciato solo, indirizza bene di testa sul secondo palo.
Passano 120 secondi e il Vallee D'Aoste raddoppia in modo assolutamente irregolare. Dal cerchio di metà campo, Baldi lancia lungo l'out di sinistra Banegas che si trova in evidente posizione di off-side, il guardialinee però la pensa diversamente. L'esterno si invola in solitaria verso il vertice sinistro dell'area, supera Maggioni in uscita, e serve rasoterra Lo Bosco che indisturbato insacca a porta vuota.
L'ingiusto raddoppio pesa come un macigno, i valdostani cercano di chiudere la pratica. Al decimo una punizione a giro dalla distanza di Baldi esce per una questione di centimetri alla destra del portiere rossonero.
Pian piano i nostri si scuotono, e al 23esimo Speziale accorcia le distanze: l'ex Aquanera riceve palla sulla sinistra da Colombo, entra in area mettendo a sedere due difensori e calcio di sinistro spiazzando Garino.
Al 25esimo si ravvisa un ottimo intervento di Molnar che si invola a corpo morto su un tiro a botta sicura di Banegas dal limite dell'area piccola.

Secondo tempo che inizia con con gli stessi interpreti del primo. Al settimo una punizione dai 30 metri di Troiano fa gridare al gol, ma il portiere valdostano compie un mezzo miracolo togliendo la palla destinata al sette e deviandola in angolo. Sempre dalla distanza ci prova Capuano all'11esimo, il potente tiro viene addomesticato in due tempi, e con qualche patema, da Garino.
Purtroppo al 16esimo l'arbitro annulla il pareggio vogherese: punizione nelle retrovie battuta lunga da Colicchio, Colombo prolunga di testa dal limite dell'area, trovando libero sulla sinistra Troiano che, sempre di testa, serve in solitaria Speziale il quale scaraventa il pallone in rete. Il direttore di gara ferma il tutto in quanto il guardialinee ravvisa una posizione di fuorigioco ai danni della seconda punta rossonera.
Il Saint Christophe si rifà vedere al 21esimo con un'azione in solitaria di Baldi sulla sinistra che semina panico tra la nostra difesa, il suo successivo traversone, complice una deviazione, viene raccolta da Masi che trova solo l'esterno della rete da invitante posizione.
Le speranze di ribaltare il match si spengono al 30esimo grazie anche alla complicità della terna arbitrale. In seguito ad un contrasto poco appariscente di Colicchio su Pierobon proprio lungo la linea di fondo del lato sinistro del campo , l'arbitro assegna la dubbia punizione. Batte il solito Baldi, Maggioni con la punta della dita riesce solamente a sfiorare la sfera, che carambola abbastanza fortunosamente sul ginocchio di Emiliano entrando così in rete per il 3 a 1.
Il Voghera, nonostante il passivo e i pochi minuti a disposizione, prova comunque a rendere meno pesante il risultato. Al 32esimo Colombo non riesce a dare il giusto giro ad un ottimo pallone servito dalla destra da Speziale, la sfera da solo l'effetto di finire in rete per poi spegnersi sul fondo.
Sulle ali dell'entusiamo i locali amministrano con agevolezza, e tentano di colpire soprattutto sulle ripartenze. Al 34esimo Masi strozza troppo la sua conclusione, Maggioni para facilmente a terra. Due minuti più tardi sempre Masi crossa dalla destra per Varvelli, da due passi il neo-entrato spara clamorosamente alto.
Al 38esimo Colombo calcia a rete, una deviazione di Benedetti sembra far terminare la palla in rete ma, proprio sulla linea, Emiliano salva tutto.I 4 minuti di recupero vedono i nostri tentare gli ultimi assalti della disperazione dettati, più che dalla tattica, dalle ultime energie a disposizione. Al 47esimo angolo dalla sinistra di Coccu, girata di Colombo che viene deviata in angolo da un mezzo miracolo di Garino. 1 minuto più tardi tocca allo stesso Coccu, il suo tiro a giro meriterebbe miglior sorte. Infine dall'ennesimo calcio d'angolo conquistato nei minuti conclusivi, Coliccio indirizza bene di testa, Baldi salva sulla linea della porta.