Fanfulla, Anastasia: «Questo inizio di 2021 a livello personale non è da ricordare»

08.04.2021 20:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fanfulla, Anastasia: «Questo inizio di 2021 a livello personale non è da ricordare»

Ha dimostrato tutte le sue qualità e di essere una pedina fondamentale nello scacchiere di mister Ciceri. E punta a tornare ad esserlo il più presto possibile dopo un inizio di 2021 non dei migliori. A complicare ad Emanuele Anastasia i primi quattro mesi del nuovo anno alcuni problemi fisici, da quello subito accusato alla ripresa dopo la pausa invernale alla pubalgia che non gli lascia tregua sin dal mese di febbraio. Proprio fino a due mesi fa era il miglior marcatore del Guerriero con 5 reti segnate (Villa Valle, due volte il Desenzano Calvina, Scanzorosciate e Virtus Ciserano Bergamo le vittime). Poi appunto lo stop di alcune settimane, con una voglia di tornare in campo che cerca però di superare ogni ostacolo, tanto da non tirarsi indietro anche nei brevi spezzoni di partita in cui è stato chiamato in causa nelle ultime settimane. Ovvio però che non possa accontentarsi di ciò Anastasia.

“Sicuramente questo inizio di 2021 a livello personale non è da ricordare. Questa pubalgia che mi sto portando avanti dalla partita con il Ponte San Pietro mi sta limitando e non poco. Nonostante ciò, ogni giorno al campo e a casa effettuo del lavoro specifico per cercare di guarire il prima possibile così da farmi trovare al 100%”.

In questi mesi di difficoltà, società, staff tecnico e compagni di squadra sono sempre rimasti vicini ad Anastasia, manifestando la propria felicità per i progressi fatti. Un’iniezione di fiducia sicuramente importante per l’esterno offensivo che trae linfa da questo costante supporto nei suoi confronti.

“Devo davvero molto a tutti. Nessuno ha mai smesso di credere in me. Sono sempre stato sostenuto in questo periodo difficile, ognuno mi ha dimostrato davvero tanto. E anche per questo non vedo l’ora che tutto passi, spero nel più breve tempo possibile, per poterli ripagare direttamente sul campo”.

Nonostante le già citate difficoltà, Anastasia non si è mai abbattuto. Anzi, ha convogliato la sua voglia di essere d’aiuto ai compagni sfruttando l’esperienza in categoria per dare consigli ai più giovani nel suo ruolo.

“Abbiamo giovani forti, in tutti i ruoli. In attacco, gli under che ci sono stanno facendo molto bene, si sono sempre fatti trovare pronti nel momento in cui c’è stato bisogno. In queste ultime partite, per esempio, Cirigliano e Qeros stanno facendo davvero un gran lavoro. A loro, come agli altri, cerco di dare consigli quando è giusto darli, lasciando comunque la capacità di scegliere, perché dal mio punto di vista è giusto così”.

Il campionato intanto si sta avviando al suo rush finale. Ancora 10 le partite in programma, con punti importanti e incontri tutti ad alta tensione.

“La nostra forza sta soprattutto nella capacità di rimanere concentrati partita dopo partita. Non pensiamo a quello che verrà in futuro, ora l’importante è affrontare lo Sporting Franciacorta, squadra forte con grandi individualità, e poi penseremo al resto. L’aspetto mentale è e sarà sicuramente fondamentale per affrontare queste ultime partite del campionato. E noi ci faremo trovare pronti, partita dopo partita”.