Fanfulla: la fantasia è tornata al potere... riecco Qeros

04.03.2021 20:30 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Foto di © Luca Pietro Santi
Foto di © Luca Pietro Santi

È tornato in campo dopo alcuni piccoli problemi fisici. E subito Frenci Qeros ha ripreso a creare per sé e per i compagni. Il fantasista classe 1999 del Fanfulla domenica con il Villa Valle ha avuto almeno un paio di occasioni per andare in gol, tra cui anche un palo colpito al 44’ del primo tempo.

Rete che però non è arrivata, costringendo il 22enne, alla sua seconda stagione nel club di viale Pavia, e i compagni ad un nuovo pareggio. Un punto utile a muovere la classifica e a mantenere l’imbattibilità, ma che va ad aggiungersi agli altri tre raccolti, a fronte di due vittorie, nelle ultime sei. Ovviamente si tiene quanto di positivo, le prestazioni ottime, soprattutto nel primo tempo domenica, e la mancanza di sconfitte dal 24 gennaio, Fanfulla-Vis Nova Giussano 1-2, ma non può mancare una punta di amarezza per quel cambio di marcia tanto atteso che potrebbe definitivamente portare il Guerriero tra le prime cinque. E di questo ne è consapevole anche Qeros.

“Arriviamo da sei partite senza sconfitte, ma un po’ di rammarico c’è perché potevamo raccogliere più punti viste le prestazioni che abbiamo messo in campo come squadra. Secondo me l’unica cosa che ci e mancata maggiormente è di non aver sfruttato al meglio le occasioni che ci sono capitate, dobbiamo essere più cattivi sottoporta e credere in ogni occasione da gol”.

Come detto, Qeros è tornato in campo nelle ultime partite, uno spezzone nel finale con il Breno e per 90’ domenica, dopo il problema fisico che lo aveva costretto ai box.

“Adesso sto bene, mi sento bene e cerco sempre di dare il meglio. Siamo una squadra con tanti giocatori bravi in attacco e ognuno di noi cerca di fare il meglio, di aiutare la squadra. Mi trovo molto bene con tutti i miei compagni”.

Per Qeros sono due le reti in campionato. Di queste, una è arrivata proprio nel match d’andata con il Seregno. Un sinistro sul palo lontano al 33’ della ripresa che ha indirizzato definitivamente la partita a favore del Fanfulla, uscito poi vittorioso per 2-0 sull’allora imbattuta capolista. Domenica al Ferruccio sarà sicuramente una partita di cartello.

“Servirà una gara di tanto sacrificio, con squadra compatta e aggressiva, perché comunque sappiamo che il Seregno è una formazione forte, con giocatori di livello. Ma sono sicuro che, se noi metteremo tutto quello che sappiamo fare in campo, faremo una partita valida per portare a casa la vittoria. Lo abbiamo dimostrato anche all’andata d'altronde".

L’inizio del girone di ritorno porta anche a nuovi obiettivi e target da raggiungere in Qeros, sia a livello personale sia per quanto riguarda la squadra.

“Prima di tutto quello che voglio è stare in classifica più in alto possibile e rimanerci. Per quanto riguarda me, punto a dare il mio contributo migliore, con i gol ma anche con prestazioni che aiutino la squadra a portare a casa i 3 punti”.