Fc Messina, tornare in campo per completare la remuntada

07.04.2020 09:30 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Fonte: gazzetta del sud
Fc Messina, tornare in campo per completare la remuntada

Alla luce di quanto sta accadendo a seguito della pandemia Covid-19, difficile ipotizzare una data, soprattutto se ripartirà il campionato. Sono in molti ad auspicarsi un pronto ritorno alla normalità, il che vorrebbe dire allenamenti e ripresa del campionato anche se, è opinione di tutti, nessuno vuole rischiare e quindi fino a quando non si avrà la certezza che tutto sarà finito non si giocherà.

Negli ultimi giorni abbiamo voluto sentire il pensiero di quanti operano per portare avanti il progetto Fc Messina a cominciare dal presidente Arena, ai dirigenti, ai calciatori e per finire abbiamo voluto dare voce anche a coloro che se non ci fosse stata questa situazione, non avrebbero avuto visibilità. È emerso che tutti sono ben consci del difficilissimo mo¬mento ma che sono pronti a tornare solo dopo aver ricevuto le dovute garanzie da parte degli organi preposti.

La proprietà ha voluto rassicurare tutti i suoi tesserati visto che negli ultimi giorni sono stati numerosi i gridi d'allarme che si sono alzati da parte di tantissime società che non hanno fatto mistero sulla loro attuale situazione e che se non ci dovesse essere un intervento mirato da parte degli organi federali anche per quanto riguarda gli aiuti economici, molte saranno costrette a chiudere bottega sin da subito. E mentre i calciatori aderiscono al-l'iniziativa messa in campo dalla tifo-seria giallorossa per la raccolta fondi da destinare alle strutture sanitarie peloritane, con un video che ha coinvolto gran parte dei tesserati, sono di-versi gli scenari nel caso la Figc in ac-cordo con il Governo nazionale decidessero di far ripartire il campionato. È passato poco più di un mese (sembra un’eternità) da quell'1 marzo, ultima gara (ventiseiesima giornata) e la Fc Messina era rientrato in riva allo Stretto dalla trasferta di Acireale ( 0-0) e cominciava a pensare come affrontare la stracittadina contro la Acr (in programma la domenica successiva 18 marzo) senza l'ausilio del suo capitano Giuffrida e del suo bomber principe Carbonaro (squalificati).

Quella contro l'Acireale chiudeva un calendario di fuoco visto che i giallorossi di Gabriele erano reduci dalle sconfitte di Palermo (2-0) e Giugliano (1-0), ma erano riusciti a battere dapprima il Nola (2-0) e soprattutto il Savoia in quella che ancora viene considerata un'impresa: in nove uomini, l'undici messinese in un “Franco Scoglio" che nel finale gara si era trasformato in un'autentica "torrida" ha battuto, e con merito, il Savoia (vice-capolista e tuttora in corsa per insidiare la leadership del Palermo). I giallorossi hanno chiuso con 46 punti in classifica a una sola lunghezza dal terzo gradino del podio attualmente occupato dai campani del Giugliano. Qualora si ripartisse l'obiettivo dei messinesi è il terzo posto che consentirebbe di giocare in ri¬va allo Stretto l'eventuale prima gara della post-season.