Finisce in parità il derby pugliese tra Cerignola ed Andria

24.02.2021 21:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: lanotiziaweb
Finisce in parità il derby pugliese tra Cerignola ed Andria

Pareggio a reti bianche fra Audace Cerignola e Fidelis Andria, nel derby valido per la 19^ giornata del girone H di serie D: il match non ha offerto grandissime emozioni, inevitabile che il punteggio si confermasse quello di partenza. Due modifiche per Pazienza nel 3-5-2 iniziale: Syku e Colucci vengono rilevati da Acampora e Scuderi fra difesa e mediana. Panarelli cambia un uomo per reparto, con gli inserimenti di Benvenga, Carullo e Cristaldi, confermando il 3-4-1-2. Dopo appena 2′ Malcore sollecita Anatrella, troppo tenero però il suo destro per impensierire l’estremo difensore ospite, che si ripete al 15′ in uscita bassa per anticipare l’attaccante, in seguito ad un colpo di testa all’indietro di Fontana. Primi venti minuti in cui l’Audace mette in difficoltà i biancazzurri, i quali trovano non poche difficoltà ad organizzare la manovra. La Fidelis si fa vedere al 22′, quando Benvenga gira di prima intenzione su un corner battuto dalla destra, sfera che si spegne a lato. Giusto alla mezzora, Malcore (su ottimo recupero palla di Esposito) non trova lo spiraglio giusto per battere a rete in area di rigore: quando calcia poi, un difensore devia il pallone in angolo. Non accade più nulla in una prima frazione in cui ha prevalso l’aspetto tattico sulle vere e proprie occasioni da gol.

E’ Cerone ad aprire le danze della ripresa, il suo tentativo è sballato al 51′, di lì a poco Panarelli getta nella mischia Prinari e Avantaggiato per creare più pericoli offensivi. Quando il cronometro segna il 57′ Anatrella rinvia male, De Cristofaro da metà campo indirizza verso la porta sguarnita, il portiere andriese recupera la posizione e para. Dalla distanza Manzo prova a pescare il jolly senza successo, Pazienza mette dentro Tedesco per Malcore e Barrasso in luogo di De Cristofaro. Squadre più lunghe, gli impegni ravvicinati progressivamente si fanno sentire: al 69′ Anatrella si scontra in uscita con il compagno Fontana ed è costretto ad uscire; il subentrato Petrarca (all’esordio stagionale) manda sulla traversa la battuta dalla bandierina di Achik. I gialloblu dall’85’ restano in dieci a causa dell’infortunio di Scuderi a cambi già ultimati: l’ultima annotazione del taccuino è degli ospiti, con Prinari a spedire alto sulla traversa dal limite dell’area.

Il Cerignola non ottiene il bis di successi in tre giorni, ma comunque costringe al pari una formazione in forma e che resta agli alti piani della classifica: all’orizzonte c’è il prossimo impegno in casa del Francavilla in Sinni, oggi sconfitto dal Molfetta sul campo amico. Una sfida da non fallire per Esposito e compagni, in un vero e proprio crocevia salvezza nella stagione degli ofantini.

AUDACE CERIGNOLA-FIDELIS ANDRIA 0-0

Audace Cerignola (3-5-2): Chironi, Silletti, Allegrini (79′ Syku), Acampora (72′ Amoabeng), Scuderi, Muscatiello (72′ Godano), De Cristofaro (67′ Barrasso), Esposito, Russo, Malcore (67′ Tedesco), Achik. A disposizione: Tricarico, Amabile, Colucci, Monopoli. Allenatore: Michele Pazienza.

Fidelis Andria (3-4-1-2): Anatrella (70′ Petrarca), Benvenga, Fontana, Venturini (58′ Clemente), Pelliccia (55′ Avantaggiato), Manzo, Dipinto, Carullo, Cerone (85′ Monaco), Cristaldi (55′ Prinari), Figliolia. A disposizione: Tutino, Paparusso, Bolognese, Scaringella. Allenatore: Luigi Panarelli.

Ammoniti: Allegrini, Muscatiello (AC); Figliolia, Venturini (FA).

Angoli: 4-1. Fuorigioco: 1-0. Recuperi: 0′ pt, 6′ st.

Arbitro: Mihalache (Terni). Assistenti: Miccoli (Lanciano)-Carella (L’Aquila).