Foligno, il ds Cuccagna: «L’attacco è il reparto più complicato da rinforzare»

19.01.2021 01:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: ValleUmbraSport
Foligno, il ds Cuccagna: «L’attacco è il reparto più complicato da rinforzare»

Si accende il mercato del Foligno che domani ritornerà ad allenarsi in vista dell’impegno del 24 maggio in trasferta contro la Sinalunghese.  E che intanto accoglie con gioia l’acquisto di Filippo Marricchi, portiere di 22 anni di Orvieto, che arriva dal Novara.

A confermare il colpo di mercato è il direttore sportivo dei falchetti Michele Cuccagna: “Marricchi arriverà domani e si allenerà con la squadra. E’ un’operazione importante perchè è un giocatore umbro che ha fatto la Nazionale, è stato convocato agli Europei ed era considerato un talento. Poi, per un motivo e per un altro, si è un po’ perso e abbiamo deciso di provare a questa operazione. Il Novara ci ha aiutato e di questo siamo felici. Meniconi e Roani? Marricchi si giocherà il posto con loro due. Sono tre portieri di tre annate diverse e di caratteristiche diverse. L’arrivo di Marricchi rientra nella logica di allungare un po’ la rosa, anche per via della situazione Covid, senza fare grossi investimenti, ma comunque cercando di dare al mister la possibilità di fare più scelte“.

I movimenti di mercato, quindi, non si fermano e sono legati anche alla questione Giannò, trasferitosi alla Triestina, che però potrebbe tornare alla casa madre biancoazzura per completare la stagione in Serie D: “Per quanto riguarda Giannò le prossime ore saranno decisive per avere una risposta dalla Triestina sia sul possibile ritorno al Foligno che sulla sua permanenza in Lega Pro. Loro hanno fatto un investimento importante e secondo me non è così semplice che possa tornare qui. I rapporti tra le due società sono ottimi. Vedremo… Se dovesse rientrare sicuramente saremmo più tranquilli e non dovremmo fare corse contro il tempo sul mercato. Stiamo comunque cercando qualche ragazzo sempre nell’ottica di allungare la rosa. L’attacco? E’ il reparto più complicato da rinforzare se non si ha la possibilità di fare grandi investimenti e quindi la vedo dura riuscire ad allungare la rosa in avanti. Broso? Resta sicuramente. Gli hanno annullato 2 gol regolari che gli avrebbero permesso di avere un bottino di 3 gol in poche partite…Siamo molto soddisfatti del rendimento degli attaccanti, come del resto della squadra. La nostra intenzione è quella di allungare la rosa per sopperire alla problematica Covid che potrebbe colpire un nostro giocatore. Anche perchè da qui in avanti dovremo giocare una partita ogni 3 giorni…“.

Sul fronte del campo, domani mattina la squadra conoscerà gli esiti dei tamponi molecolari effettuati oggi e i giocatori che risulteranno negativi potranno ritrovarsi a Corvia nel pomeriggio per il primo allenamento post-isolamento: “I ragazzi non vedono l’ora di allenarsi perchè, a prescindere dal calcio, stare chiusi dentro casa per una settimana non è piacevole. Fortunatamente nessuno di loro ha avuto alcun tipo di sintomo. Oggi hanno fatto il test molecolare e domani mattina ci saranno le risposte. Comunque gli allenamenti riprendono a prescindere con i giocatori che risulteranno negativi. E’ una situazione un po’ particolare, perchè fino alle 13 non si sapranno bene le cose…ma quest’anno è così“.