Il Campodarsego piomba su mister Parlato

12.06.2018 21:30 di Massimo Poerio  articolo letto 678 volte
Fonte: il mattino di padova
Il Campodarsego piomba su mister Parlato

Le porte scorrevoli dei tecnici di Serie C e D, veri protagonisti di questa prima tranche del calciomercato, sono ancora in movimento.

Lo sanno bene dalle parti di Campodarsego, dove l’entourage biancorosso è impegnato in una serie di colloqui per nominare il successore di Gianfranco Fonti.

I tre papabili erano inizialmente Gianluca Zattarin, Andrea Pagan e Antonio Andreucci, oltre alla “scommessa” José Maria La Cagnina, attualmente trainer della Juniores dei “Gabbiani”: tuttavia, lo stesso Zattarin sembra aver raggiunto l’intesa con il Delta Porto Tolle mentre, per quanto riguarda gli altri due, non ci sono state pubbliche investiture da parte del direttore generale Attilio Gementi.

Proprio il braccio destro del patron Daniele Pagin, nelle scorse settimane, non aveva neppure nascosto un certo apprezzamento nei confronti di Vincenzo Italiano, fresco di addio all’Arzignano, oltre a Carmine Parlato (ai saluti col Rieti e seguitissimo dal Mantova), una sorta di specialista in promozioni nei “pro”: «Con Carmine c’è un rapporto che va oltre il campo », ammette Gementi. «Di sicuro c’è stima reciproca. E poi è un allenatore che non ha bisogno di presentazioni, avendo vinto tre campionati negli ultimi quattro anni». «Entro mercoledì», prosegue il dg del “Campo”, «Vorremmo annunciare il nuovo mister. D’altra parte, abbiamo iniziato a cercarlo da poco più di una settimana e fino a giovedì il presidente Pagin è stato fuori sede». E se per la panchina, bocche cucite a parte, pare che una soluzione sia stata trovata, lo stesso non si può dire dei giocatori da riconfermare, che stanno ricevendo tantissime offerte: «Si dice tanto che il Campodarsego abbia un budget importante, ma le altre società vanno dai nostri ragazzi a mettere sul piatto ingaggi che sfiorano il doppio di quanto offerto da noi», sottolinea Gementi, «Il Delta ha contattato Aliù, mentre Michelotto ha ricevuto una proposta irrinunciabile.

Non vogliamo partecipare ad aste al rialzo. Siamo disposti a qualche ritocco, ma non ci spingiamo oltre anche perché deve esserci la voglia di far parte di questo progetto». Per quanto riguarda i nomi in entrata, si parla con insistenza del solito Daniele Rocco, che andrebbe a sostituire Mehdi Kabine, sempre più vicino al Cjarlins Muzane.