Il segreto del Lanusei? La bella Piras: "Per la nsotra realtà la C sarebbe un sogno. Bravo Gardini a forgiare il gruppo"

14.03.2019 19:00 di Francesco Vigliotti  articolo letto 820 volte
© Foto di Lanusei Calcio
© Foto di Lanusei Calcio

Uno dei segreti del Lanusei? La bella fisioterapista Valeria Piras. La professionista ventinovenne è uno dei punti forti dello staff sanitario della squadra sarda.

In una lunga intervista concessa ai colleghi di Centotrentuno.com, la dottoressa Piras parla della sua avventura ma anche del campionato del Lanusei: "Per tutti noi lanuseini, ma direi per il calcio sardo, andare in Serie C sarebbe qualcosa di fantastico, clamoroso, visto che non pensavamo certo a questo in estate e date le dimensioni della nostra realtà. Amo il calcio, lo seguo da tifosa, ne faccio parte con il mio lavoro, anche se mi piace dire che sto imparando lavorando, mi sto professionalizzando. Tifo Juventus, per la laurea mi regalarono il biglietto per una partita al Santiago Bernabeu di Madrid, insomma mi piace molto questo mondo. Con mister Gardini c’è un bel rapporto, è sempre disponibile a darti un consiglio all’interno della sua enorme dedizione. Credo che i segreti del Lanusei siano, da anni, la serietà della dirigenza, la voglia di essere prima di tutto una famiglia e un grande gruppo, affrontando insieme le difficoltà e i momenti esaltanti.  È logico che ci siano battutine, frecciate, malelingue, ma sinceramente non me ne sono mai preoccupata. In trasferta o anche al Lixius è capitato di sentire cori spiacevoli dagli spalti, così come si trova sempre qualcuno che dice qualcosa di inopportuno. Vado avanti, seguo quello che amo fare, mi piacerebbe rimanere in questo mondo e crescervi, e chissà magari tra qualche anno sarò in un grande club. A tutte le ragazze che vorrebbero fare qualcosa nel calcio, in vari ruoli, dico di crederci, di provarci, di buttarsi senza paura di sentirsi inadeguate o delle reazioni altrui. Perché in questo mondo ci possiamo stare alla grande".

 

Pubblicato da ASD Lanusei Calcio su Mercoledì 13 marzo 2019