La Sancataldese sogna in grande

13.06.2018 10:30 di Ermanno Marino  articolo letto 630 volte
Fonte: gornale di sicilia
La Sancataldese sogna in grande

Si prospetta un'estate caldis­sima per la Sancataldese, pronta a dare inizio al progetto per la nuo­va stagione di serie D.

L'obiettivo della società è uno solo: costruire una squadra che possa lottare per la zona play-off. Il presidente Giu­seppe Diliberto fissa così fin dal principio quali sono i traguardi da raggiungere: «Stiamo lavorando intensamente per mettere insie­me un gruppo capace di centrare la zona play-off; la passata stagio­ne abbiamo accarezzato l'idea ma adesso dobbiamo fare i modo di lottare per la zona alta della clas­sifica. Il direttore sportivo e tutto lo staff sono al lavoro per creare un gruppo giovane, motivato e di livello, valutando attentamente sia i giocatori da riconfermare do­po la stagione da poco conclusa che i nuovi innesti da inserire all'interno del gruppo. Il tutto senza trascurare il nostro settore giovanile, fondamentale per la realizzazione di un progetto a lun­go termine».

Il presidente annuncia dunque grandi novità in arrivo per la pros­sima settimana, e potrebbero ri­guardare anche lo staff dirigenzia­le: «In questo momento stiamo valutando con attenzione l'ingres­so di nuovi soci nel progetto San­cataldese. Al momento siamo sei persone al timone e il nostro in­tento è sempre stato quello di non ampliare eccessivamente la cer­chia. Abbiamo però ricevuto di­verse proposte e, per la crescita di questa società, valuteremo il da farsi».

Intanto il capitano dei ver­deamaranto, Salvatore Di Marco, scioglie le prime riserve sul suo fu­turo e allontana le voci su un pos­sibile addio: «Attualmente le mie condizioni fisiche mi permettono di pensare al campo anche per la prossima stagione, per cui sono a disposizione del mister. Ho sem­pre detto che la maglia della San­cataldese per me è come una se­conda pelle e questo non è cam­biato, per cui darò il massimo fin­chè ne avrò la possibilità». Di Marco dice poi la sua sugli obiet­tivi stagionali: «Lo scorso anno ab­biamo dimostrato di avere i mezzi per puntare a qualcosa di più ri­spetto alla salvezza, ma siamo sta­ti un po' ingenui. Il nostro compi­to adesso è imparare dagli errori commessi e, con l'intervento della società, tentare concretamente di alzare ulteriormente l'asticella».