La Virtus Ciserano Bergamo va a vincere sul campo del Desenzano Calvina

07.03.2021 20:44 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
La Virtus Ciserano Bergamo va a vincere sul campo del Desenzano Calvina

Poteva essere il giorno della consacrazione, della terza vittoria consecutiva e visto che davanti "fuggono e scappano", il Desenzano Calvina avrebbe potuto migliorare decisamente la propria classifica e rimanere agganciato al treno di testa. Invece al Tre Stelle di Desenzano a fare festa è la squadra ospite che esce vincente dal confronto con un gol per tempo. A nulla valgono le giocate di Recino che prima riapre la partita e poi fa tremare un Ciserano convinto di avere la vittoria già in tasca al momento del doppio vantaggio.

Il Desenzano Calvina recrimina sull'andamento della gara, alla palla del vantaggio non sfruttata da Franzoni fa seguito un rigore dove tutta l'esperienza di Confalanieri ha la meglio sull'ingenuità di Ferrara. Un minuto di gara che ne condiziona tutti i restanti minuti di gara. In avvio di secondo tempo il colpo di testa di Del Carro pare affondare il Desenzano Calvina che però non si perde d'animo e a testa bassa prova a raddrizzre il risultato. I gardesani rischiano di prendere anche il terzo gol, ma Missaglia ci mette la faccia (nel vero senso della parola) facendosi trovare sulla linea di porta e sulla traiettoria della saetta di Pellegrini.

Recino si procura un rigore ineccepibile e riapre la partita, poi due giocate di gran classe del centroavanti desenzanese fanno tremare gli avversari: prima una traversa su punizione, poi costringe il portiere Colleoni a mettere in mostra tutto il suo talento. 

Ora la sosta, un toccasana per recuperare gli infortunati prima della trasferta di Sona del 21 Marzo.

Mister Florindo schiera il suo Desenzano riproponendo il 4-3-3 vincente a Scanzorosciate. Missaglia e il rientrate Sorbo dalla squalifica al centro della difesa con Zanolla e Luca Ruffini esterni; Mazzotti play con Pellegrini a sinistra e Cazzamalli a destra; bomber Recino al centro dell'attacco con Franzoni a sinistra e Gubellini a destra.

Ivan Del Prato si schiera a volte a specchio e a volte con Spini alla funzione di mezzapunta dietro l'attacco puro composto da Confalonieri ed Esposito.

I primi minuti sono di studio, giusto il tempo per Del Carro di prendere le misure su bomber Recino controllato a vista dal fratello dell'ex Calvina per tutta la gara.

La prima incursione è a favore del Desenzano Calvina con Franzoni che dalla sinistra si accentra fino al limite dell'area per poi calciare un rasoterra che impegna Colleoni in tuffo sulla sua destra. Poi bisogna attendere altri 10 minuti per un nuovo brivido, quello che offre Confalonieri con un tiro a mezza altezza dal limite dell'area di rigore che sfiora il secondo palo. Un episodio che consente agli ospiti di trovare una maggiore autostima e di schiacciare per qualche minuto la squadra biancoazzurra sulla propria trequarti.

Al 24' dopo che Esposito scappa a Pellegrini del Desenzano (un omonimo è anche schierato tra l'undici avversario) costringendolo al fallo, lo specialista Ricozzi prova la battuta diretta a rete sul calcio da fermo che sfiora il palo alla destra di Ferrara.

Il portiere del Desenzano dimostra il suo momento di forma 32' quando vola sulla sua destra a deviare una conclusione di Spini destinata ad infilarsi sulla sua destra.

Un minuto dopo Franzoni si mangia un gol già fatto, ricevuta palla dalle retrovie, la punta di Collebeato si trova solo davanti al portiere Colleoni, praticamente un rigore in movimento che il numero uno bergamasco sventa in uscita eludendo il tentativo rasoterra di Franzoni.

Sul ribaltamento di fronte ecco il gol del vantaggio ospite. Ferrara si oppone ad una conclusione da centro area di Confalonieri, poi i due si proiettano sul pallone destinato a spegnersi oltre la linea di fondo, si toccano e nel contatto Confalonieri cade, per l'arbitro lo fa a causa di un fallo del numero uno gardesano. Dagli undici metri ci va lo stesso Confalonieri, stavolta Ferrara non compie il miracolo di sette giorni prima e il Ciserano passa in vantaggio.

Negli ultimi minuti di primo tempo, il Desenzano Calvina a testa bassa cerca di ristabilire la situazione di parità senza riuscire a superare il muro della retroguardia bergamasca.

Nel secondo tempo il Ciserano mette le mani sulla vittoria, prima Ferrara sventa una conclusione ravvicnata di Confalonieri, poi dal conseguente calcio d'angolo, lo stacco di testa di Del Carro è fatale per tutta la difesa del Desenzano: colpo di testa che manda ad insaccare il pallone sotto la traversa. 

Malgrado la panchina corta, mister Florindo chiede aiuto ai rincalzi inserendo Turlini e Marco Ruffini per Pellegrini e Gubellini passando ad un 4-2-3-1.

I frutti non arrivano, il Desenzano più impetuoso nella grinta e nella manovra ma alla fine verrà premiata la maggiore idea di gioco del Ciserano.

Il Ciserano forte del doppio vantaggio effettua una serie di cambi a metà del primo tempo, l'ingresso di Bonfanti e Galdoune che rilevano Moioli e Esposito consente alla formazione di mister Del Prato una maggiore freschezza disponendosi in campo con un 4-4-2 più difensivistico.

Al 26' del secondo tempo gli ospiti sfiorano il tris. Grande giocata in mezzo all'area di Pellegrini, scarta Turlini e spara un bolide dalla linea dell'area piccola destinato in rete, Ferrara è battuto ma il colpo di testa di Missaglia posizionato sulla linea di porta, evita ai suoi un passivo indecoroso.

Ma al 34', Recino riapre la partita. Servito dalla destra da Turlini, "Re Giorgio" si aggiusta il pallone al tiro ma viene disturbato dal portiere Colleoni. Senza esitare, l'arbitro Sig. Barbiero di Campobasso indica il dischetto da dove Recino non sbaglia per il suo 15° centro stagionale.

Recino scatenato cerca due volte in un minuto la via del pareggio. E' il 41' del secondo tempo quando da una punizione da 25 metri la punta gardesana centra la traversa con il portiere fuori causa, poi sul proseguimento dell'azione Recino prova la conclusione verso il secondo palo dove trova pronto Colleoni alla deviazione in tuffo.

Negli ultimi minuti crollano le certezze del Ciserano, il Desenzano Calvina maggiormente incisivo prova a scardinare la difesa avversaria, ci provano un po' tutti, ma la difesa bergamasca malgrado in affanno, conserva il prezioso vantaggio fino al triplice fischio.

TABELLINO

DESENZANO CALVINA – VIRTUS CISERANO BERGAMO 1-2 (pt 0-1)

RETI: 33'pt. Confalonieri (VCB) su rigore,  6'st. Del Carro (VCB), 34' st. Recino (DC) su rigore, 

DESENZANO CALVINA (4-3-3): Ferrara; Zanolla, Missaglia, Sorbo, Ruffini Luca; Cazzamalli, Mazzotti, Pellegrini (dal 9'st. Turlini); Gubellini (dal 15'st. Marco Ruffini), Recino, Franzoni. A disposizione: Bolzoni, Tonani, Ricciardi, Mazzurega, Franchi, Perotta. Allenatore: Michele Florindo

VIRTUS CISERANO BERGAMO (4-3-1-2): Matteo Colleoni; Moioli (dal 24’ st Galdoune), Del Carro, Nessi, Pellegrini; Muchetti, Ricozzi, Careccia (dal 37’ st Chiarparin); Confalonieri (dal 46'st. Pozzoni); Esposito (dal 24’ st Bonfanti), Spini (dal 37’ st Ambrosini). A disposizione: Colleoni Mauro, Capitanio, Haoufadi, Jaouhari. Allenatore: Ivan Del Prato

ARBITRO: Maurizio Barbiero di Campobasso; assistenti Salvatore Barbanera di Palermo e Vincenzo Ruggiero di Brindisi

AMMONITI: Luca Ruffini, Pellegrini, Cazzamalli, Missaglia, Recino (Desenzano Calvina); Confalonieri e Matteo Colleoni (V. Ciserano).

CORNER: 5-3 in favore del Desenzano Calvina

RECUPERO: 0’ + 4’