Ladispoli, parla il diesse Nista: «La salute la cosa più importante, ma...»

26.03.2020 10:00 di Ermanno Marino   Vedi letture
Ladispoli, parla il diesse Nista: «La salute la cosa più importante, ma...»

Con il campionato fermo ormai da quasi un mese si fa sentire ora più che mai la voglia, o forse il bisogno di tornare sul campo da calcio. E proprio in questi momenti è doveroso guardare al futuro che, senz’altro, sarà migliore di questo presente. “C’è sicuramente molto rammarico per la situazione che stiamo vivendo – afferma il Direttore Sportivo del Ladispoli, Paolo Nista – ma ora la priorità è la salute. E’ una sofferenza stare lontani dal rettangolo di gioco, ma dobbiamo fare la nostra parte in questa gara restando uniti. La prima squadra, nonostante lo stop degli allenamenti, si sta allenando in modo individuale da casa, siamo costantemente in contatto con tutti i nostri ragazzi”.

“Prima della sosta forzata non avevamo una situazione di classifica rosea – continua il DS Nista – ma rimango ancora fermamente convinto che questa squadra potesse continuare a giocarsi il tutto per tutto per la salvezza. Questo a dispetto di quello che, ad oggi, è ancora il pensiero di molti anche nella nostra città”.

Il Direttore commenta anche la situazione della Juniores Nazionale: “Ci dispiace molto per i ragazzi di mister Micheli perché stavano facendo davvero un campionato importante. Non nego che si puntava alle finali”.

“Aspettiamo con pazienza – conclude Nista -, ora restiamo a casa sperando che questa situazione termini al più presto e si torni a giocare a calcio”.