Latte Dolce, Daga: "Qui ognuno di noi è determinante"

09.01.2019 21:00 di Nicolas Lopez  articolo letto 134 volte
Latte Dolce, Daga: "Qui ognuno di noi è determinante"

Al difensore biancoceleste Giuseppe Daga, giovane veterano del Latte Dolce, il compito di fare il punto della situazione in casa sassarese nella settimana di lavoro post successo nella stra isolana con il Budoni e in vista del prossimo impegno di campionato, sabato in trasferta, contro la Lupa Roma:

«La sfida al Budoni? Le difficoltà maggiori della gara erano legate all’approccio iniziale all’avversario e al match. In questo campionato bisogna entrare in campo concentrati e bisogna rimanere concentrati per tutti i 90 minuti, perché non puoi distrarti un solo minuto se vuoi portare a casa la posta in palio. Dopo la pausa natalizia ho ritrovato una squadra in ottime condizioni, avevamo voglia di tornare a giocare assieme, e avevamo voglia di dare il massimo per ottenere il meglio possibile. L’esultanza dopo i gol? Quando segniamo si scatena sempre un’energia forte e bellissima: il gol può essere il coronamento di una bella azione, il premio al duro lavoro fatto con attenzione da parte di tutta la squadra nel corso della settimana e poi sul rettangolo verde. Ogni volta che qualcuno di noi la mette dentro siamo tutti felici e festeggiamo, come è giusto che sia. La forza della nostra squadra è che siamo tutti uniti e compatti, frutto della formazione di un gruppo solido che poggia su giusti e consolidati equilibri. Ci diamo una mano tutti, nessuno escluso, perché è così che bisogna fare. La mia stagione? Quest’anno sto giocando meno ma ho la consapevolezza che in questo progetto siamo tutti titolari e non ci sono riserve. Bisogna sempre farsi trovare pronti perché nel calcio non si gioca solamente in undici e qualunque elemento, anche chi sta in panchina, può e deve essere importante. Può e deve essere determinante. Stiamo affrontando un campionato equilibrato, ci sono moltissime squadre organizzate e costruite per i playoff, per tentare il gran salto. Non ci sono partite facili e non è assolutamente scontato dirlo. Il prossimo avversario è la Lupa Roma, team che non attraversa un buon momento e vuole tirarsi fuori dalla palude del fondo classifica. Loro sicuramente hanno bisogno di punti, ma i punti servono anche anche noi: non molliamo la presa, non molliamo di un centimetro».