Legnano, Ciappellano: "Avremmo potuto scavalcare la Pro Sesto..."

03.04.2020 20:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Fonte: Niccolò Crespi - varesesport
Legnano, Ciappellano: "Avremmo potuto scavalcare la Pro Sesto..."

Nel mondo Legnano Calcio sono successe molte cose durante il mercato estivo e diversi nuovi giocatori sono approdati al “Mari” con la voglia e la consapevolezza di giocare in una grande piazza, ambiziosa e ricca di storia. Lo sa bene Daniele Ciappellano, ex Inveruno e Chieri, che quest’anno con la casacca lilla si è messo in luce con grandi prestazioni: ecco come il centrale lilla ha raccontato il suo primo anno a Legnano in Serie D.

Se non ci fosse stata questa emergenza sanitaria e quindi se il campionato fosse proseguito, il Legnano avrebbe potuto scavalcare la Pro Sesto?
“Penso di sì, noi ci abbiamo sempre sperato e lo continueremo a fare fino a quando non ci sarà un decreto finale e conclusivo riguardo a questa situazione. Siamo una squadra con tante qualità e infatti la classifica ci dà ragione. Purtroppo con la Pro Sesto abbiamo perso: in quei maledetti 7 minuti ci hanno messo in difficoltà e siamo stati un po’ sfortunati, loro sono forti ma anche noi lotteremo sempre, qualsiasi cosa accada”

E’ per te il primo anno a Legnano: che sensazioni provi in lilla?
“Sinceramente questa è stata la mia annata calcistica più divertente e pazza. Abbiamo avuto alti e bassi, momenti belli e momenti meno positivi ma sicuramente sono felice di quello che ho fatto e che farò. È stato un anno positivo e molto emozionante per me, per i miei compagni, per la società, per gli ultras e per tutte le persone che ci hanno seguito costantemente ed è proprio per questo motivo che tutti noi ci auguriamo che il campionato possa riprendere e concludersi. Ovviamente, salute permettendo, perché sappiamo tutti che è più importante la situazione in cui siamo ora rispetto che il calcio.

Quando il virus non sarà più una minaccia che cosa farai?
“Bella domanda, ci sono tantissime cose che vorrei fare. Quello che farò con certezza non so dirtelo, dipenderà dalla situazione ma ti posso svelare quello che vorrei fare appena sconfitto il virus. Sicuramente mi piacerebbe incontrare e rivedere tutti i miei straordinari colleghi lilla, il mister e il direttore per  divertirci allenandoci assieme come abbiamo sempre fatto in questi mesi. Sarebbe divertente dopo l’allenamento organizzare una cena di squadra tutti insieme.”