Lentigione, presidente Benassi: "Siamo un po' sfigati. Attesi tanti mantovani..."

16.01.2020 17:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Lentigione, presidente Benassi: "Siamo un po' sfigati. Attesi tanti mantovani..."

In avvicinamento al big match del girone D di Serie D tra il Lentigione e la corazzata Mantova la redazione di solodilettanti.it ha intervistato il presidente del Lentigione, Andrea Benassi. Libero professionista, ma con rapporti di collaborazione molto stretti con l’Immergas, 59 anni, ricopre la carica dal 2005, quando il Lentigione giocava in Prima Categoria. “Con le forze che avevamo – ricorda Benassi – siamo riusciti ad arrivare in Eccellenza e a questo punto, nel 2015, è stato fondamentale l’apporto di Romano Amadei, con Doriano Tosi direttore sportivo, per farci fare il salto in Serie D. E la categoria la stiamo onorando alla grande da 5 anni e tre anni fa con mister Gianluca Zattarin abbiamo sfiorato la promozione in Lega Pro”.

Benassi, quale obiettivo vi siete posti in questa stagione?

“Dopo le sofferenze dell’anno scorso, ci siamo prefissati di vivere un campionato tranquillo senza assilli e di arrivare più in alto possibile”.

Che voto da al Lentigione per quello ha fatto finora?

“Un bel otto: siamo una delle squadre più giovani e abbiamo sempre fatto un bel calcio, senza dimenticarci che Caprioni e Ferri, due attaccanti che avevamo in organico, hanno giocato poco. Mi ricordo che Caprioni in Coppa Italia fece due gol, poi si è infortunato e lo abbiamo rivisto a Savignano, dove ha segnato, tanto per cambiare. Ferri ha giocato poche partite e ha fatto gol. Diciamo la verità, siamo stati “sfigati”, posso usare questa parola? Per fortuna, abbiamo trovato Barranca che ha fatto benissimo e ha coperto queste assenze, in generale tutti sono stati bravi, ecco perché il voto così alto”.

La sfida con la capolista Mantova si avvicina, come la vivete e lo stadio di Sorbolo è pronto per questo evento?

“Premetto che, quando ci siamo iscritti al campionato, Sorbolo è stata la migliore soluzione che potessimo trovare, quindi ringraziamo il sindaco Cesari, il vicesindaco Azzali e tutta l’Amministrazione Comunale per la loro disponibilità e per l’impegno che hanno messo per adeguare l’impianto. Presto, entro fine gennaio per la precisione, ci hanno assicurato che sarà coperta anche la tribuna e allora sarà perfetto. Per il Mantova, la nostra Pro Loco ha avuto contatti con 200 mantovani che verranno anche per la festa del maiale e un percorso gastronomico. Probabilmente ci saranno altri tifosi, noi li accoglieremo e ci stiamo organizzando per mettere a punto tutti i vari aspetti che ci ha chiesto la Lega Nazionale Dilettanti per gestire l’evento”.

Che partita sarà, Benassi?

“Il Mantova è di un altro pianeta, ha tre attaccanti che costano di più di tutto il nostro organico, ma in campo per fortuna saremo in 11 sia noi che loro. All’andata abbiamo ricevuto applausi al Martelli: eravamo sotto 3 a 0, siamo andati sul 3 a 2 e ci hanno negato un rigore, che poteva portarci al pareggio, poi in contropiede abbiamo subito un altro gol, ma abbiamo giocato una grande gara. Detto questo, domenica speriamo che si veda una bella partita, che il pubblico si diverta, che non si faccia male nessuno, che il tempo sia bello e soprattutto… che vinca il Lentigione!”.