Luca Pellegrini sull'esonero: «Mi sembra di sognare! Qualcuno prima non metteva neanche i cinesini in campo...»

02.03.2021 18:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Luca Pellegrini sull'esonero: «Mi sembra di sognare! Qualcuno prima non metteva neanche i cinesini in campo...»

Da ieri Luca Pellegrini non è più l’allenatore del Derthona. L’ormai ex allenatore della formazione piemontese si è affidato alla sua pagina Facebook facendo qualche precisazione su quanto avvenuto nelle ultime settimane:

Termina il lungo e intenso viaggio come Mister di #hslderthona. Sono arrivato 4 stagioni fa a -7 punti dalla prima in classifica. Con una società piena di entusiasmo e motivazione, persone in grado di ricoprire il proprio ruolo, persone leali, legate al territorio e non alla visibilità e al successo personale. Con questi valori, insieme, abbiamo vinto tutto per 3 anni consecutivi, riscrivendo la storia dei Leoni e non con poche difficoltà. La scorsa settimana avevo volontariamente dato le dimissioni, non d’accordo con alcuni atteggiamenti poco sportivi dei nuovi dirigenti e di una persona in particolare. Una persona che dovrebbe ogni tanto ricordare da dove arriva e cosa faceva (non gli facevano neanche mettere i cinesini sul campo) e che ora fa il filosofo di calcio vantando prestigiose amicizie…. MI SEMBRA DI SOGNARE. Il giorno dopo sono state revocate dal Presidente. Con la promessa che nessuno avrebbe più interferito con lo spirito di gruppo della squadra e le scelte di gioco sul campo. Ho creduto fosse possibile, ma era solo per prendere tempo e organizzare un nuovo staff tecnico. Oggi lascio la squadra “salva”, obiettivo che mi era stato richiesto per quest’anno. Nonostante le serie difficoltà e di conseguenza i risultati (9 partite in 27 giorni con solo metà squadra, contro le prossime 2 partite con le ultime in classifica in 21 giorni e con tutta la squadra a disposizione). Ringrazio il mio staff, Scalzi Fabrizio, le persone che continuano a seguirmi anche in questi momenti, i miei giocatori, i tifosi. E come dice un vecchio proverbio: “Sui cadaveri dei leoni festeggiano i cani, credendo di aver vinto, ma i leoni rimangono leoni, E I CANI RIMANGONO CANI “