Luparense, mister Cunico: "Domenica troveremo un ambiente caldo"

09.10.2019 16:00 di Elena Gestra   Vedi letture
Luparense, mister Cunico: "Domenica troveremo un ambiente caldo"

Enrico III, sempre più “condottiero della Luparense”. Tre partite, tre vittorie e una squadra completamente rivitalizzata. Il merito, come sottolinea il nostro allenatore, è dei ragazzi e della società: con la figura del Presidente Stefano Zarattini a caricare l’ambiente e infondere entusiasmo.

Abbiamo intervistato Enrico Cunico, che ci parla delle ultime tre settimane e della prossima sfida contro la CLODIENSE.

Mister, tre partite, tre vittorie: ti aspettavi una risposta di questo tipo dai tuoi ragazzi?
Sinceramente, sapevo di avere una squadra di giocatori importanti, è chiaro che fare tre vittorie di fila non è mai facile, ma ci speravo. Sono soddisfatto in particolare di come abbiamo vinto le partite, al di là del risultato. È stato un approccio importante quello delle tre settimane appena passate, ma i ragazzi hanno risposto bene. Sapevo di avere una squadra importante, ma non sapevo di avere anche dei bravi ragazzi: posso dire di aver trovato in loro sia qualità come giocatori, che come persone. Tutti si sono messi a disposizione e tutti stanno remando nella stessa direzione, quindi i risultati sono la conseguenza di quello che facciamo durante la settimana.

Mister, un tuo commento sull’arrivo di Gashi?
Abbiamo visto la possibilità di tesserare un giocatore giovane, con tanta voglia, che ha fatto la Nazionale, ma non ha trovato molto spazio tra i professionisti. Gashi può sicuramente darci una mano: può ricoprire più ruoli nel reparto offensivo, permettendoci di variare dei moduli. Di conseguenza abbiamo colto quest’occasione: anche se non stavamo cercando, ci siamo sentiti di dire sì a questa possibilità, perché Gashi per le sue caratteristiche può arricchire ulteriormente la nostra rosa.

Domenica altra partita tosta: in cosa può mettervi in difficoltà la Clodiense?
La Clodiense è una squadra che quest’anno è stata allestita per fare un campionato importante. È una squadra che ha ritrovato l’entusiasmo dei suoi tifosi, grazie all’unione delle due società. Questo fa sì che quando si gioca da loro, si trova una piazza caldissima, con tantissimi tifosi, quindi il fattore “casa” da loro diventa fondamentale. Noi troveremo sicuramente un ambiente caldo, un pubblico appassionato che vuole vedere il calcio che conta, come quello a cui erano abituati qualche anno fa. Al di là dell’aspetto tifosi, avremo davanti una squadra importante, con giocatori che hanno fatto categorie più alte. L’hanno allestita anche con un certo Giacomo Marangon, attaccante di prim’ordine in questa categoria, che potrebbe fare la differenza anche in Lega Pro, ma comunque l’intera rosa ha un’ossatura importante.