Mantova, con la Pro Sesto scendono in campo i tifosi. E c'è chi sistema lo stadio a sue spese...

14.03.2019 09:00 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Fonte: gazzetta di mantova
Mantova, con la Pro Sesto scendono in campo i tifosi. E c'è chi sistema lo stadio a sue spese...

Il Mantova chiama e i tifosi cominciano a rispondere, acquistando fin dal martedì oltre cento biglietti per assistere alla sfida di domenica con la Pro Sesto.

Una gara tra le più difficili delle ultime otto giornate, il primo ostacolo da superare nella volata per la serie C. E un match che Massimo Morgia chiede «di vivere come se fosse l’ultimo del campionato, perché arrivati a questo punto non si può più sbagliare».

Il grande cuore del popolo biancorosso in momenti così comincia a pulsare forte, come quello di Pierangelo Maccari, pensionato di Quingentole ieri “eroe” per un giorno, applaudito in campo da tutta la squadra e dallo staff tecnico dell’Acm. «Mi sono commosso, mi è venuta la pelle d’oca quando il ds Righi mi ha portato in campo e mi son trovato tutta la squadra ad applaudirmi - racconta Maccari -. Non ho fatto nulla di speciale, soltanto un gesto venuto dal cuore. Tanti anni fa, quando frequentavo Mantova, ho conosciuto Dante Micheli e ultimamente mi piangeva il cuore nel vedere il campo a lui intitolato ridotto in certe condizioni. E allora, prima sono venuto una volta con 20-30 metri di rete metallica per sistemare la recinzione del campo, che era piena di buchi. Poi, approfittando della sosta del campionato, ho preso accordi con il responsabile dei campi Coppini e domenica sono venuto a sistemare le porte. Son partito da casa alle 4.30 e alle 5.30 ero già qui, in modo da riuscire a finire entro la giornata. Ho scrostato tutte le porte, le ho lavate con la benzina e poi le ho ridipinte ». E il tutto Pierangelo Maccari l’ha fatto a spese proprie. «Volevo fare lo stesso per il campo della Juniores (il Laterale Stadio “Massimo Paccini”), ma ho finito la vernice... Adesso però ho preso accordi con Coppini e lo aiuterò a sistemare anche quello ». Maccari è felice soprattutto per aver reso onore all’amico Micheli: «Dopo aver portato a termine il lavoro l’ho sognato e mi ha fatto uno dei sorrisi che mi riservava sempre. Speriamo sia di buon auspicio per il Mantova, di cui sono tifoso da sempre in curva Te». Una storia tanto semplice quanto da brividi, esempio di come la passione per il Mantova sia radicata in città e in tutta la provincia. Una passione che domenica dovrà trascinare Altinier e compagni alla vittoria e che la società spera si concretizzi in almeno tremila spettatori. La prevendita dei biglietti scontati (curva 5 euro, tribuna laterale 10) proseguirà da oggi e venerdì al Mantova Point dalle ore 15 alle 19.30; sabato dalle ore 9.30 alle 13. Va ricordato che la promozione vale soltanto in prevendita e che domenica i tagliandi saranno venduti a prezzo pieno (15 euro la curva, 25 la tribuna laterale). La società ha comunicato inoltre di aver abolito per l’occasione tutti gli accrediti.