Mantova, niente ripescaggio. Masiello: "Faremo una stagione importante"

24.06.2019 07:30 di Ermanno Marino   Vedi letture
Mantova, niente ripescaggio. Masiello: "Faremo una stagione importante"

Il Mantova non ha intenzione di mollare l'osso. Il club biancorosso ha voglia di ripartire e riuscire dove si è fallito appena qualche mese fa: ovvero centrare la promozione diretta in Serie C. Si ripartirà dalla D, dunque, la stessa società ha deciso di andare avanti per la propria strada e continuare tra i dilettanti rinunciando a presentare domanda di ripescaggio.

Lo stesso presidente Ettore Masiello, intervistato dal quotidiano Gazzetta di Mantova, fa così il punto della situazione: "Noi giocheremo il campionato di serie D. Abbiamo preso questa decisione nell’utima assemblea, nella quale abbiamo preparato il terreno per una stagione importante. La società vuole vivere da assoluta protagonista. Dopo un momento di delusione seguito alla fine dei playoff, sta tornando l’entusiasmo attorno a questo progetto. Vogliamo costruire una squadra forte almeno quanto quella dello scorso anno. I primi acquisti credo stiano lì a testimoniarlo. Ma aspettiamo anche i colpi futuri, che riserveranno belle sorprese ai tifosi. L’obiettivo della dirigenza e di Maurizio Setti è chiaramente quello di portare il Mantova nel professionismo. È ovvio che questa cosa è funzionale anche al progetto della proprietà: in C si valorizzano maggiormente i giovani e nel caso è anche più facile dirottare calciatori da un club all’altro, visto che hanno lo stesso tipo di contratto professionistico. Stiamo aggiungendo elementi nuovi all’ossatura della rosa che è stata confermata. È ovvio che ci sia un po’ di turn over, l’obiettivo è quello di migliorarsi. Brando? L’ho incontrato è mi è piaciuto molto. È una persona di spessore, con tanta voglia di fare. L’ho trovato molto preparato, del resto è un emergente su cui avevano messo gli occhi anche altre squadre. C’era bisogno di una persona così, poi sarà il campo a dare i suoi responsi. Ma noi siamo molto fiduciosi. Morgia? Ci siamo sentiti e la società gli augura di cuore di avere successo nella sua nuova avventura. Fra noi è rimasto un bellissimo rapporto, anche se le strade si sono divise e noi pensiamo di aver imboccato quella giusta".