Marina di Ragusa, Sorbo: «Adesso i costi per noi diventano esosi...»

30.11.2020 18:00 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Fonte: La Sicilia
Marina di Ragusa, Sorbo: «Adesso i costi per noi diventano esosi...»

Il Marina di Ragusa continua la preparazione in vista della trasferta sul campo del Fc Messina in programma domenica prossima. Nei prossimi giorni si uniranno ai compagni anche i quattro atleti trovati positivi al Covid-19 dopo i test molecolari eseguiti a tutti i calciatori rossoblù.

La quarantena per loro è quasi finita. «Stiamo vivendo un momento bruttissimo - afferma il direttore sportivo Cesare Sorbo - viviamo alla giornata. Non è chiaro se stiamo facendo un richiamo della preparazione o ci prepariamo ad una partita visti i continui rinvii della ripresa del torneo. Al momento dovremmo giocare domenica a Messina, ma il condizionale è d'obbligo visto che non sappiamo cosa succederà in questi giorni a causa dei decreti che vengono fuori quasi ogni giorno. Capisco che è estremamente difficile tenere i ragazzi in tensione, farli allenare da più di un mese sapendo che poi la domenica non si gioca. È uno sforzo enorme per tutti, in modo particolare dal punto di vista mentale per i nostri atleti. È un momento difficile. Speriamo di superarlo, non so come e se andremo avanti. Chiaramente la Lega qualcosa di importante dovrà farlo. È difficile giocare senza tifosi in un campo freddo, vuoto. Portare avanti un campionato in questo modo è difficile, sotto tutti i punti di vista, anche economico. Adesso si parla di fare due tamponi a settimana ad ogni giocatore ed i costi per noi diventano esosi. Vedremo come muoverci. Intanto a dicembre si apre la finestra di mercato, quella che odio di più perchè arriva a campionato in corso e spesso destabilizza le squadre poichè qualcuno, attratto da proposte di altri team, chiede di andarsene. Noi di concerto con il tecnico Salvatore Utro sappiamo dove intervenire e siamo pronti ad effettuare i movimenti che servono».

«È molto difficile iniziare la stagione dopo il lockdown, per doversi fermare dopo un mese - afferma il centrocampista Simone Schisciano - stavamo cominciando a marciare bene, nonostante i risultati non tutti positivi. In questa sosta non abbiamo mollato niente. Da un mese l'unico obiettivo è la gara di Messina di domenica prossima. Si tratta di una partita importante contro una grande squadra. Puntiamo a giocarcela alla pari, visto che non possiamo regalare punti a nessuno. Finora le prestazioni ci sono state, ma mancano i punti. Per quanto mi riguarda sono soddisfatto delle mie prestazioni, anche se posso fare ancora meglio».

Per quanto riguarda i quattro atleti bloccati dal virus, si aspetta il via libera della Asp che dovrebbe arrivare ad inizio settimana. I controlli a tappeto sono stati effettuati dopo che lunedì della scorsa settimana due giocatori sono risultati positivi ai test rapidi decisi dalla società prima della ripresa degli allenamenti dopo il lungo stop del torneo. Il tecnico Salvatore Utro è sereno, perchè nonostante la sconfitta nell'ultima gara di campionato, ha visto una squadra viva capace di mettere in difficoltà l'Acireale dopo avere sofferto per i primi 25 minuti.