Mister Luca Tiozzo: "Marangon fa bene all'Adriese. Spogliatoio sempre compatto con me"

29.06.2020 14:45 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: rovigooggi.it
Mister Luca Tiozzo: "Marangon fa bene all'Adriese. Spogliatoio sempre compatto con me"

Luca Tiozzo, allenatore classe '81, dopo questa stagione con l'Adriese e il conseguente esonero a gennaio scorso racconta quella che è stata la sua esperienza e soprattutto guarda avanti verso un prossimo futuro per programmare la prossima stagione con un'altra squadra che sembra potrà essere di serie D, anche se lo stesso mister è ben visto anche da qualche società di Lega Pro. 

"A livello personale è stata una stagione deludente, questo l'ho detto anche al presidente Scantamburlo prima dell'esonero, specificando che ero molto rammaricato per quanto successo e che speravo di dare maggiori gioie a questa società". Così proprio Luca Tiozzo, che sicuramente è venuto all'Adriese per fare bene e portare questa compagine alla vittoria di campionato, ma probabilmente qualcosa non è andato e se è chiaro che quando si perde è colpa di tutti, lo è meno quando a pagarne le conseguenze è sempre e solo l'allenatore. 

"Per quanto mi riguarda ho lavorato al 110%, non risparmiandomi mai, cercando sempre di dare ai ragazzi tutto lo stimolo e l'allenamento necessario per scendere in campo preparati". Sottolineando poi: "C'è da dire che Pagan e Meneghello li ho avuti veramente per poco tempo; durante il mercato invernale probabilmente ho sbagliato delle valutazioni e in partite come quelle di Cartigliano, Montebelluna e Caldiero eravamo ridotti all'osso proprio per le partenze e gli infortunati che avevamo in essere". 

"Ci tengo a specificare comunque che lo spogliatoio è sempre stato tutto compatto con me, nessun giocatore aveva in mente di far fuori Luca Tiozzo; infatti credo che semplicemente sia cambiata l'emotività, ovviamente per colpa dei risultati che non arrivavano". Aggiungendo in seguito: "Credo che 4 - 5 tifosi circoscritti mettevano continuamente zizzania e facevano in questo modo male non tanto a me, ma all'Adriese; infatti la società ha sempre avuto stima di me e ce l'ha tutt'ora". 

Poi parlando del futuro è inevitabile non parlare anche di Delta Porto Tolle: "Ho ricevuto due proposte da due società ambiziose di serie D. A Delta Porto Tolle sono stato bene, è dove sono stato lanciato e per questo non posso far altro che continuare a ringraziarli, ma credo che ormai sia quasi ufficiale il rinnovo sulla panchina di Andrea Pagan; la stima tra me e la società di Porto Tolle rimane comunque grande". 

Poi parlando di mercato: "Credo che il ritorno di Giacomo Marangon faccia bene ad Adria, alla fine è casa sua, dove tutti gli vogliono bene; con lui ci sentiamo spesso e penso sia un ragazzo maturo e che ha fatto il suo percorso; lo scorso anno se nè andato probabilmente dopo la perdita del campionato, di cui è stato deluso". "Boscolo Papo lo sento quasi come un figlio e credo che se è il giocatore che doveva sostituire Lo Sicco allora è quello giusto". 

Infine un pensiero al presidente Luciano Scantamburlo: "Credo che un presidente come Luciano Scantamburlo, che ama così tanto l'Adriese sia difficile da trovare; ha dato e sta dando tanto a questa società e sono del parere che la gente di Adria deve portare pazienza, perchè i risultati non arrivano sempre subito; al presidente non posso far altro che augurare il meglio per il futuro".