Modena, il giorno della verità: tre cordate, una sola scelta

 di Giovanni Pisano  articolo letto 286 volte
Modena, il giorno della verità: tre cordate, una sola scelta

Nella giornata di oggi, finalmente, sapremo quale sarà il futuro del Modena, club che a causa del fallimento ha chiuso anzitempo la sua stagione. È stata convocata per le 17.30 nella sala del Consiglio comunale la commissione consiliare Servizi del Comune di Modena, presieduta da Tommaso Fasano, per la comunicazione del sindaco Gian Carlo Muzzarelli sull'Indagine conoscitiva rivolta a soggetti singoli o raggruppati interessati a rappresentare il club che dovrà ripartire, quasi sicuramente, dai dilettanti. Da una parte c'è la cordata rappresentata da Roberto Marai, imprenditore bresciano che gestisce 57 sale da gioco, con al suo fianco un modenese d.o.c come Luca Toni. Dall'altra la cordata rappresentata da Giampiero Samorì, con la presenza anche del presidente del Verona Maurizio Setti. Infine il terzo gruppo è formato da Romano Sghedoni, fondatore di Kerakoll, e Alfredo Amedei, presidente di Immergas. In serata, a partire dalle 19.30, il sindaco incontrerà tifosi e stampa al Braglia in quello che sarà il primo incontro pubblico con la nuova proprietà.