Niente iscrizione in D, il Cuneo scompare: al macero 114 anni di storia

12.07.2019 19:05 di Davide Guardabascio   Vedi letture
Niente iscrizione in D, il Cuneo scompare: al macero 114 anni di storia

Chi ha sperato nel colpo di scena finale è rimasto deluso. Il Cuneo non ce l'ha fatta. Dopo la retrocessione dalla Lega Pro, il club piemontese dice addio al calcio cancellando 114 anni di storia. Almeno per il momento.

L'ennesima macchia del sistema calcistico italiano, una nuova onta difficile da cancellare. Ormai i club sono sempre più in crisi e fino a quando non si capirà che l'aver moltiplicato le società calcistiche per gli interessi di pochi ha danneggiato molti. Non si può davvero più andare avanti così, non è sostenibile. Lo stesso progetto Rezzato, l'altro club che quest'oggi ha detto addio alla Serie D, ha sfiorato i play-off con Gilardino nella scorsa stagione e sembrava nutrire ambizioni importanti. Ed invece... probabilmente ripartirà dal torneo di Promozione. Nulla da sindacare sia chiaro, ognuno fa le proprie scelte e ci mancherebbe altro, ma questa crisi perenne in cui versa il nostro pallone è sfiancante ed avvilente per chi da quasi dieci anni è costretto a raccontarla.