OltrepoVoghera all'incrocio Mezzolara...

10.11.2018 20:00 di Ermanno Marino  articolo letto 104 volte
Fonte: la provincia pavese
OltrepoVoghera all'incrocio Mezzolara...

Il primo impegno che apre una settimana frenetica, caratterizzata da tre gare, porterà l'OltrepoVoghera allo stadio “Pietro Zucchini “ di Budrio, casa abituale del Mezzolara, centro che sorge alle porte di Bologna.

I biancazzurri sono alla quindicesima stagione consecutiva in serie D, categoria che conoscono a meraviglia. La filosofia societaria del club bolognese prevede grande attenzione per i giovani e la ricerca di un calcio piacevole, con pochi tatticismi. La rosa presenta un'età media molto bassa, tratto in comune con l'OltreVoghe e il più esperto, il capitano Andrea Pappaianni, ha 25 anni. In queste prime otto giornate il Mezzolara ha ottenuto 10 punti, sei dei quali in casa, dove risulta imbattuto (una vittoria e tre pareggi). La soddisfazione per la piccola società bolognese è di aver fermato la corazzata Modena sull'1-1, nel match disputato a Budrio il 7 ottobre scorso. Un prologo all'impresa poi avvenuta in campionato si era già registrato nel match di Coppa Italia del 20 agosto, quando il Mezzolara stese il Modena, ancora in fase di rodaggio, per 1-0. La vocazione di sapersi esaltare con gli avversari nobili appartiene al dna del Mezzolara, che nella serie D 2015-16, riusci a fermare due volte il Parma, pareggiando per 0-0, sia in casa che al Tardini. 

La novità di questa stagione per il Mezzolara riguarda l'allenatore. Sulla panchina è stato infatti promosso Romulo Togni, brasiliano di 36 anni, che ha lasciato il calcio giocato nella stagione scorsa, proprio nel Mezzolara, dopo una luminosa carriera che lo ha portato anche in serie A con la casacca del Pescara. Nel mese di dicembre Togni ha deciso di abbandonare il ruolo di calciatore e di cominciare la carriera di allenatore, come collaboratore di mister Ferrante. In estate la società gli ha affidato il timone della squadra. Nel corso della sua parabola di calciatore Togni ha potuto apprendere da tecnici di altissimo profilo come Maurizio Sarri, incrociato ai tempi del Sorrento e Antonio Conte, nella sua esperienza con l'Arezzo. Il centrocampista brasiliano è stato anche alle dipendenze di Zdenek Zeman, quando vestiva la maglia del Pescara. Come sistema di gioco, il Mezzolara alterna diversi spartiti, dal 4-3-3 al 4-3-1-2 e anche negli interpreti, mister Togni mescola spesso le carte. Il miglior realizzatore del Mezzolara è Aleksander Grazhdani, attaccante arrivato dal Faenza (Eccellenza), con tre reti.